PELLEGRINAGGIO SULLA TOMBA DEL BEATO GIOVANNI PAOLO II, OLTRE TREMILA I PARTECIPANTI DALLA DIOCESI SPOLETO-NORCIA - Tuttoggi

PELLEGRINAGGIO SULLA TOMBA DEL BEATO GIOVANNI PAOLO II, OLTRE TREMILA I PARTECIPANTI DALLA DIOCESI SPOLETO-NORCIA

Redazione

PELLEGRINAGGIO SULLA TOMBA DEL BEATO GIOVANNI PAOLO II, OLTRE TREMILA I PARTECIPANTI DALLA DIOCESI SPOLETO-NORCIA

Ven, 13/05/2011 - 15:34

Condividi su:


Tutto pronto per il grande pellegrinaggio della Chiesa di Spoleto-Norcia sulla tomba del Beato Giovanni Paolo II in programma sabato 14 maggio. Sarà l’Arcivescovo mons. Renato Boccardo a guidare gli oltre tremila fedeli che si recheranno in Vaticano. Il Presule salirà nell’autobus della parrocchia della Cattedrale. Un partecipazione che va ben al di là di ogni aspettativa. Da Spoleto, da Norcia, Cascia, Arrone, Montefalco, Bevagna, Trevi, Montefranco, Ferentillo, Polino, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, Cerreto di Spoleto, Scheggino, S. Anatolia di Narco, Vallo di Nera, Sellano, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo e dalle parrocchie che la Diocesi ha nei Comuni di Foligno, Terni ed Acquasparta partiranno 54 pullman. Sono stati invitati anche i membri dell’Associazione “Nursini a Roma”. Inoltre, è prevista la presenza anche di persone che raggiungeranno Roma autonomamente.
Non si tratta di una gita fuori porta, ma di un vero e proprio pellegrinaggio che inizierà e si concluderà, su ogni pullman, con una preghiera di benedizione iniziale (andando al mattino verso Roma) e finale (rientrando la sera in Umbria). Questo cammino verso la sede di Pietro e dei suoi Successori per venerare la memoria di Giovanni Paolo II vuole dunque essere un momento di comunione e di fraternità, un’occasione propizia per rinnovare il proposito di vita cristiana e l’impegno quotidiano a spalancare a Cristo le porte del nostro cuore e della nostra vita.
L’arrivo in Vaticano è previsto per le ore 10.00. I pullman, eccezionalmente, potranno sostare in Piazza S. Pietro. Quelli che porteranno le persone disabili, invece, entreranno dentro lo Stato della Città del Vaticano.
Alle ore 11.00 è prevista la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo Boccardo nell’altare della Cattedrale della Basilica Vaticana. Al termine, ci sarà la sosta di preghiera presso la tomba del Beato Giovanni Paolo II. Prima di ri-prendere il pullman per andare al Santuario del Divino Amore, i pellegrini insieme con l’Arcivescovo si posizioneranno dinanzi alla Basilica di S. Pietro per una foto di gruppo.
Nel pomeriggio, alle 16.00, dopo aver pranzato, è previsto un momento di preghiera mariana al Santuario del Divino Amore. Si renderà omaggio alla Madre di Cristo tanto invocata e amata da Papa Giovanni Paolo II che, nell’omelia per il Giubileo dei Santuari mariani del 21 settembre 2000, ne parlò come di Colei che «visse in pieno la realtà quotidiana di tante umili famiglie del suo tempo, conobbe la povertà, il dolore, la fuga, l’esilio, l’incomprensione».
Ai pellegrini verrà consegnato: il libretto per le preghiere, un’immagine del Beato Giovanni Paolo II nel cui retro c’è stampata la preghiera che l’Arcivescovo Boccardo ha composto per la Beatificazione, un foulard giallo di riconoscimento e una copia del giornale Chiesa in Cammino interamente dedicata al Papa polacco.
Il rientro a Spoleto è previsto per le ore 20.30 circa.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!