Pd Terni, Sara Giovannelli ipoteca il congresso dei democratici - Tuttoggi

Pd Terni, Sara Giovannelli ipoteca il congresso dei democratici

Luca Biribanti

Pd Terni, Sara Giovannelli ipoteca il congresso dei democratici

Pardini e Fiorucci ormai staccati, potrebbe essere la prima donna della sinistra ternana ad essere segretario
domenica, 22/10/2017 - 11:27

Condividi su:


Pd Terni, Sara Giovannelli ipoteca il congresso dei democratici

Sara Giovannelli sarà il nuovo segretario comunale del Partito Democratico di Terni, salvo clamorosi ribaltoni. Proprio oggi voterà l’ultimo circolo, quello Polymer, chiamato ad esprimere la propria preferenza, ma gli altri candidati, Pardini e Fiorucci, hanno ormai un distacco incolmabile.

L’avvocato ha ottenuto la maggioranza assoluta dei delegati (con la votazione di oggi se ne aggiungeranno altri 3, che nei prossimi giorni si riuniranno in congresso per ulteriore votazione per sancire la consacrazione della Giovannelli che potrebbe essere la prima donna a ricoprire questo ruolo.

Nella sua presentazione alla corsa per la segreteria, Sara Giovannelli aveva dichiarato che: “Il gruppo che mi sostiene è quello nato dai circoli Democratici sparsi sul territorio. Militanti che si sono ritrovati attorno ad un tavolo che con il passare dei mesi è cresciuto a vista d’occhio, fino ad elaborare un documento condiviso per il futuro del partito e della città. Siamo riusciti a mettere in campo idee nuove, utili anche a togliere la ‘polvere’ che si è posata sul Pd di Terni nel corso degli anni. Non credo ad un uomo, o una donna, che da soli possano invertire la rotta. Ho stima e rispetto per gli altri candidati, con cui la competizione sarà orientata al ‘fair play’, ma si deve avere la capacità di lavorare insieme anche oltre la prospettiva del congresso. Noi lo faremo, a prescindere dall’esito perché è impensabile che l’eventuale ‘minoranza’ sbatta la porta e se ne vada. In passato è successo ma ciò non deve accadere più. Perché il partito non è fatto dalle ‘correnti’ e dai personaggi, ma è di tutti”.


Condividi su:


Aggiungi un commento