Parole (e canti) di pace: Bocelli in piazza IV Novembre nel nome di Francesco

Parole (e canti) di pace: Bocelli in piazza IV Novembre nel nome di Francesco

Massimo Sbardella

Parole (e canti) di pace: Bocelli in piazza IV Novembre nel nome di Francesco

Mar, 04/05/2021 - 21:49

Condividi su:


Parole (e canti) di pace: Bocelli in piazza IV Novembre nel nome di Francesco

A Perugia l’incontro dal titolo “Parole povere: pace”, organizzato dalla rivista San Francesco, in occasione del suo centenario.

Piazza IV Novembre si è trasformata in una piazza di pace nel nome di San Francesco. L’occasione è stata l’incontro dal titolo “Parole povere: pace”, organizzato dalla rivista San Francesco, in occasione del suo centenario.

Quello di Perugia è stato il quinto appuntamento, e ha visto protagonisti, insieme al Sindaco Andrea Romizi, l’arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, il cantante Andrea Bocelli e, in diretta da Roma, il giornalista Aldo Cazzullo. Ad accogliere gli ospiti e moderare gli interventi è stato il direttore della rivista San Francesco, padre Enzo Fortunato.

L’appuntamento perugino si è tenuto dopo quelli di Assisi, Foligno, Alviano e Ascoli Piceno, tutti luoghi che hanno visto il passaggio di San Francesco nel corso della sua vita. A Perugia, in particolare, si sono voluti ricordare due episodi della vita del Poverello: la sua carcerazione in città, dopo la sconfitta di Assisi ad opera dei Perugini a Collestrada e la sua predica proprio nell’attuale piazza IV Novembre.

Romizi, nel dare il benvenuto insieme a padre Enzo, ha ribadito il profondo legame che ancora oggi unisce Perugia e i perugini a San Francesco, di cui è testimonianza anche la volontà di alcuni di essi, mecenati Art Bonus, di restaurare e dare nuova vita alla Fonte di San Francesco di Ponte San Giovanni, ovvero la fonte presso la quale lo stesso Francesco, si narra, si sia fermato nel 1202, a dissetarsi e lavarsi le ferite prima di essere portato, in catene, al carcere di Perugia.

L’incontro è stato, quindi, l’occasione per riflessioni sui temi della pace, della giustizia e dell’incontro e condivisione, che il pubblico ha potuto seguire in diretta sui canali social e sul sito della rivista San Francesco e che si è concluso con una emozionante esibizione di Andrea Bocelli. Perché le parole, oltre a quelle pronunciate nei discorsi, possono anche essere cantate.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!