L'orto domotico, l'Istituto Scarpellini presenta l'agricoltura del futuro

L’orto domotico, l’Istituto Scarpellini presenta l’agricoltura del futuro

Redazione

L’orto domotico, l’Istituto Scarpellini presenta l’agricoltura del futuro

Ven, 19/05/2023 - 15:38

Condividi su:


Piantine fornite dall'azienda di Nocera Umbra Semetella

Non più zappe, rastrelli, annaffiatoi, cesoie. Il nuovo orto tecnologico, allestito in via sperimentale nell’atrio dell’Istituto Tecnico Economico Aeronautico ‘F. Scarpellini’ di Foligno, collegato alla
Rete, è stato presentato alla presenza di Massimiliano Squadroni, Leonardo e Luciano Angelini, project manager di ‘Scenari digitali start up innovativa’, società partner del progetto. Si coltiva tramite specifici sensori che regolano temperatura e umidità del terreno, dosando irrigazione e concime.

L’orto intelligente

Un orto intelligente che, tramite una piattaforma on line, consente dunque la gestione da remoto delle piante messe a dimora. Pomodori ciliegini, peperoni gialli, bietola e piselli, tre tipi di lattuga ma anche patate e basilico viola: ad occuparsi di questo mini-vivaio, allestito in una vasca mobile su ruote di circa tre metri di lunghezza, saranno gli studenti del biennio della scuola, coordinati dai loro docenti di Biologia e Informatica. Saranno loro, i giovani agronomi 4.0, a visionare le immagini restituite dalla web cam integrata e valutare, di volta in volta, fabbisogno idrico e curva di crescita delle piante. Gli ortaggi, tradizionali o di varietà antiche, ma comunque tutti a chilometro zero, sono forniti dall’azienda agricola diffusa ‘Semetella’ di Nocera Umbra specializzata nell’autoproduzione dei semi e nella difesa della biodiversità.

La questione ambientale

Si tratta di un’opportunità didattica importante per veicolare alle nuove generazioni l’ormai improcrastinabile questione ambientale”, spiega Federica Ferretti, dirigente scolastico della scuola. “L’orto domotico insegna agli studenti a sfruttare le nuove risorse tecnologiche e sviluppare stili di vita sostenibili”, aggiunge, sottolineando come il “futuro sia adesso e non una questione da demandare ad un ipotetico domani”. “Le nuove modalità di produzione e di consumo – rimarca Massimiliano Squadroni rappresentano una delle sfide industriali più importanti del presente”. “E la scuola è chiamata a condividere questa sfida mediante l’educazione dei ragazzi alla salvaguardia della Terra, anche grazie al supporto dei moderni strumenti digitali”. A margine della presentazione Squadroni ha voluto donare alla preside un sacchetto contenente i semi dei fiori della fioritura di Castelluccio di Norcia che con il mosaico dei loro colori (papaveri, fiordalisi, margherite) attraggono ogni anno in Umbria decine di migliaia di turisti.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!