ORDINE DEL GIORNO DI FRANCESCO MARIA MANCIA (PDL) SU PIAZZA S. DOMENICO - Tuttoggi

ORDINE DEL GIORNO DI FRANCESCO MARIA MANCIA (PDL) SU PIAZZA S. DOMENICO

Redazione

ORDINE DEL GIORNO DI FRANCESCO MARIA MANCIA (PDL) SU PIAZZA S. DOMENICO

Sab, 12/03/2011 - 10:01

Condividi su:


Il consigliere comunale del PDL Francesco Maria Mancia ha presentato un ordine del giorno, da sottoporre al voto del Consiglio comunale, relativo a piazza San Domenico.

Questo il testo:

“PREMESSO CHE

con Delibera di Giunta Comunale del 1999 sono state decise opere di ristrutturazione e pavimentazione di piazza San Domenico nel quadro del progetto di riqualificazione urbana del PIR Centro Storico, per il recupero delle aree antiche del centro, che prevede in buona sostanza la desertificazione della piazza, stante la rimozione delle aiuole delle panchine e l’abbattimento dei pini e delle palme presenti nella suddetta piazza; un’oasi di verde amata da tanti cittadini, da quelli che vi gravitano intorno come commercianti e residenti fino alle generazioni più diverse, compreso il popolo di facebook che ama condividere informazioni ed interagire anche con gli amministratori pubblici che anzi dovrebbero favorire incontri e confronti con la cittadinanza su ogni evento e tema

CONSIDERATO CHE

la futura piazza si ispirerebbe allo stato della stessa nel 1900, completamente pavimentata a ventaglio con livello abbassato alla soglia di ingresso della chiesa di S.Maria Infraportas, magari con collocazione al centro di una statua, seguendo l’esempio di quanto avvenuto in passato con piazza Garibaldi, prima alberata ora pavimentata e con la presenza della statua dell’eroe dei due mondi, mentre è molto sentita tra i cittadini la necessità che piazza San Domenico venga mantenuta ed anzi migliorata, magari spostando altrove i 7 cassonetti dell’immondizia, evitando la presenza di antiestetici cartelloni elettorali, e sia meglio illuminata e resa più ospitale, come auspicava il mitico von Karajan quando di passaggio a Foligno amava sostare all’ombra di quegli alberi per ritemprarsi nel corpo e nella mente e trarre ulteriore ispirazione e vigore al suo genio

RILEVATO CHE

anche a livello nazionale la gente assiste con sofferenza ad autoritarie politiche di distruzione delle piazze, con piani urbanistici che impongono parcheggi che riducono il verde cittadino e tendono ad eliminare la piazza intesa come agorà, luogo dell’ incontro, dello scambio di opinioni e di idee, per cui crescono spontanei e numerosi gruppi di persone che creano comitati, raccolgono firme, operano nel mondo di internet, ma soprattutto si alimenta il distacco sempre più evidente tra paese reale e paese legale con una politica quanto mai distante dai cittadini che invece aspirano a misurarsi sui temi della città con coloro che hanno votato e che decidono il presente ed il futuro di tutta la comunità

ATTESO INFINE CHE

la modifica dell’attuale tessuto urbanistico consolidato andrebbe contro la fisionomia storica della chiesa di S. Maria Infraportas e del suo imprescindibile contesto, fermo restando che occorrerebbe comunque il parere della Sovraintendenza ai Beni Architettonici trattandosi di piazze pubbliche con più di 50 anni sottoposte al vincolo monumentale secondo il codice dei Beni Culturali, e che si corre altresì il rischio che la piazza futura divenga luogo adatto per partite di calcio notturne e per gimcane motoristiche con grave disagio per i residenti

TUTTO CIO’ PREMESSO IMPEGNA QUESTA AMMINISTRAZIONE

a rivedere la suddetta riqualificazione, con inizio dei lavori previsto per il 2 aprile 2012, con eliminazione di spese che non siano dirette al miglioramento dell’attuale stato della piazza e che, considerato il periodo di difficoltà, appaiono non necessarie né urgenti e poco comprensibili per la pubblica opinione.”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!