Nubifragi e dissesti, gli interventi sperimentali partono da San Marco

Nubifragi e dissesti, gli interventi sperimentali partono da San Marco

Redazione

Nubifragi e dissesti, gli interventi sperimentali partono da San Marco

Gio, 02/09/2021 - 17:45

Condividi su:


Il progetto riguarda l'area tra il bus terminal, la rete stradale, il palazzetto dello sport, il campo sportivo e le zone limitrofe

Nubifragi e dissesti idrogeologici, gli interventi sperimentali partono da San Marco. Approvato dalla Giunta comunale di Perugia il progetto di fattibilità tecnico-economica, con contestuale variazione al bilancio di previsione ed al programma triennale delle opere pubbliche, per la partecipazione al programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano del Ministero per la transizione ecologica.

Il programma punta a favorire la pianificazione a livello locale per l’adattamento e la sperimentazione di misure da attuare nelle aree urbane, con il coinvolgimento di amministrazioni e cittadini, per fronteggiare in modo più efficace le conseguenze del cambiamento climatico, riducendo la vulnerabilità delle città.

Gli interventi a San Marco

Tre sono le tipologie di interventi: l’implementazione delle aree verdi unitamente alla creazione di un sistema di recupero delle acque meteoriche, lavori relativi al miglioramento della permeabilità del suolo, ed interventi di pianificazione, monitoraggio e partecipazione della cittadinanza.

Il Comune di Perugia con il progetto in esame ha inteso concentrare l’attenzione sulla zona di San Marco compresa tra il bus terminal, la rete stradale, il palazzetto dello sport, il campo sportivo e altre aree limitrofe, tutte di proprietà comunale.

Nel dettaglio, le opere proposte prevedono la realizzazione di spazi verdi e di forestazione periurbana, la sistemazione delle aree interne e di quelle interessate dalla nuova viabilità, la creazione di sistemi di raccolta delle acque meteoriche, con depurazione e accumulo finalizzato al riciclo per irrigazione e la sistemazione a verde della scarpata sottostante il palazzetto dello sport, oltre alla sistemazione dell’area a servizio del terminal bus con superfici permeabili ed ecosostenibili. è prevista inoltre la redazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile ed il clima (PAESC), come stabilito con Delibera del Consiglio Comunale n° 55 del 19/04/2019, che consentirà un aggiornamento dei dati del Piano energetico ambientale comunale (PEAC) e l’estensione del censimento degli alberi pubblici della città.

Piattaforma informativa coi dati ambientali

Sempre in merito agli interventi di pianificazione, si procederà ad elaborare e attivare una piattaforma informatica per la raccolta e l’elaborazione dei dati ambientali utili per il monitoraggio delle azioni di mitigazione sui cambiamenti climatici e sull’aggiornamento del grado di resilienza della città in relazione alle azioni effettuate dal comune e dai cittadini.

Per l’Amministrazione comunale, ed in particolare per gli assessori ai lavori pubblici, infrastrutture e verde da un lato, ed urbanistica dall’altro, il progetto consentirà di proseguire nella realizzazione di un progetto che è frutto di un percorso di urbanistica partecipata con il quartiere, volto a valorizzare un’area centrale della città con azioni innovative che permetteranno di elevare la qualità della vita dei cittadini.

(foto d’ar

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!