Neuropsichiatria infantile, "A Terni occorre fare di più": Forza Italia presenta atto di indirizzo - Tuttoggi

Neuropsichiatria infantile, “A Terni occorre fare di più”: Forza Italia presenta atto di indirizzo

Marco Menta

Neuropsichiatria infantile, “A Terni occorre fare di più”: Forza Italia presenta atto di indirizzo

Lun, 21/11/2022 - 11:42

Condividi su:


Neuropsichiatria infantile e sindrome ADHD: "situazione allarmante per il Centro di Riferimento Regionale"; FI presenta atto di indirizzo in Comune.

“Riteniamo doveroso segnalare l’allarmante situazione in cui versa il Centro di Riferimento Regionale per la sindrome ADHD (disturbo da deficit di attenzione iperattività), che ha sede presso il servizio di Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza dell’Usl Umbria 2 di Terni”.

Così i consiglieri comunali ternani di Forza Italia in una nota.

“Il centro, istituito dalla regione nel 2014, è un presidio fondamentale per il supporto delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi con la sindrome ADHD; negli anni, infatti, ha messo in campo, avvalendosi della collaborazione di validi neuropsichiatri Infantili e di psicologi cognitivo-comportamentali, strategie e percorsi terapeutici fondamentali per la cura della sindrome, come il parent training, il teacher training, il coping power program. Ad oggi, inoltre, è l’unico centro in Umbria autorizzato alla dispensa del presidio farmacologico per tale disturbo”.

Forza Italia: “Gli avvicendamenti dei neuropsichiatri infantili e degli psicologi hanno causato notevoli difficoltà alle famiglie e ai giovani pazienti

“Purtroppo – continuano i consiglieri di Forza Italia – dal 2018 la struttura ha subito numerosi e frequenti avvicendamenti dei neuropsichiatri infantili e degli psicologi, che hanno causato notevoli difficoltà alle famiglie e ai giovani pazienti. Mancate riassegnazioni, riassegnazioni lente, sospensione di alcuni servizi essenziali e delle terapie riabilitative, difficoltà nel rinnovo dei piani terapeutici per la somministrazione dei farmaci”: sono queste, in sostanza, le problematiche individuate dai consiglieri ternani.

“Senza contare – insistono – l’enorme disagio per i ragazzi, che ogni volta devono ricominciare un nuovo percorso e instaurare un nuovo rapporto di fiducia. Infine, ad aggravare ulteriormente la situazione, caratterizzata negli ultimi tre anni da una costante carenza degli psicologi cognitivo-comportamentali a suo tempo individuati e mai sostituiti, concorre il mancato rimpiazzo, dallo scorso giugno, del neuropsichiatra uscente“.

“Avviare un’interlocuzione con l’assessorato regionale alla Sanità e con la Usl 2”

“Per questi motivi – concludono i consiglieri di Forza Italia – abbiamo presentato un atto di indirizzo con cui chiediamo al sindaco e alla giunta di verificare e rendere note le motivazioni che hanno portato a tutto ciò. E’ importante avviare un’interlocuzione con l’assessorato regionale alla Sanità e con la Usl 2, nel tentativo di migliorare l’operatività e la funzionalità del reparto di neuropsichiatria infantile”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!