Musei e biblioteche, a Foligno la cultura si riorganizza per la fase due

Musei e biblioteche al lavoro, a Foligno la cultura si riorganizza per la fase due

Redazione

Musei e biblioteche al lavoro, a Foligno la cultura si riorganizza per la fase due

Tra iniziative online e sanificazioni, la cultura è pronta a ripartire
Ven, 22/05/2020 - 16:27

Condividi su:


Musei e biblioteche al lavoro, a Foligno la cultura si riorganizza per la fase due

Il settore cultura del Comune di Foligno lavora per riaprire musei e biblioteche, nel rispetto delle normative post Covid. “In attesa di una ripartenza condivisa a livello regionale, la biblioteca e i musei del Comune di Foligno, in collaborazione con il gestore dei servizi culturali, stanno fattivamente riorganizzando gli spazi e i servizi per garantire la sicurezza dei visitatori e degli operatori, e per preparare una graduale ripresa delle attività al pubblico in modo da rispettare le norme igieniche e di distanziamento interpersonale“, fanno sapere dal Comune.

“E’ proseguito l’impegno per le attività amministrative, la pulizia quotidiana, la sanificazione del sistema di areazione, la manutenzione periodica degli impianti. Nel periodo di chiusura la biblioteca ha rafforzato la propria presenza on line attivando nuovi servizi, aggiornando completamente le proprie pagine web, segnalando videoletture per bambini. E’ oggi possibile, per tutti gli utenti, iscriversi a distanza e attivare il servizio Mlol, la biblioteca digitale per la lettura di giornali e libri elettronici. In meno di un mese, oltre 80 utenti hanno richiesto il servizio e sono stati iscritti alla biblioteca, con semplicità di procedure e in piena sicurezza. Inoltre, è stata inaugurata la pagina web “Foligno cult”, curata direttamente dal settore, che pubblica costantemente storie e approfondimenti su arte, letteratura e cultura locale. Da lunedì 25 maggio i bibliotecari riprenderanno l’attività di inventariazione dei materiali, sistemazione degli spazi e continueranno ad informare il pubblico (attraverso email e telefono), in vista dell’apertura graduale dei servizi”.


Condividi su: