Morte Carlo Azeglio Ciampi, il cordoglio delle istituzioni umbre - Tuttoggi

Morte Carlo Azeglio Ciampi, il cordoglio delle istituzioni umbre

Redazione

Morte Carlo Azeglio Ciampi, il cordoglio delle istituzioni umbre

Presidente Marini, "grande servitore delle istituzioni" | L'impegno durante il terremoto del '97
Ven, 16/09/2016 - 16:06

Condividi su:


Morte Carlo Azeglio Ciampi, il cordoglio delle istituzioni umbre

E’ morto questa mattina a Roma Carlo Azeglio Ciampi. Aveva 95 anni. Nato a Livorno nel 1920 è stato presidente della Repubblica dal 1999 al 2006. E’ stato anche, per 14 anni, governatore della Banca d’Italia e presidente del Consiglio nel 1993.

Immediato e condiviso il cordoglio da parte delle istituzioni umbre. “Con la scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi perdiamo un grande servitore delle istituzioni, che ha messo a disposizione del nostro Paese in tutto il corso della vita le sue straordinarie competenze e qualità morali, con autorevolezza, passione civile e misura“: la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini esprime con queste parole, a nome suo e della Giunta regionale, “profondo cordoglio” per la morte dell’ex Presidente della Repubblica.
Una morte che mi addolora e che addolora la comunità umbra” dice ancora Marini. “Lo ricordiamo infatti – aggiunge – con stima e rispetto, ma anche con affetto, in particolare per l’attenzione e l’impegno che ha dimostrato dopo il sisma del 1997, quando era ministro del Tesoro e del Bilancio. Una vicinanza alla nostra terra che ha continuato a manifestare quando è stato eletto Presidente della Repubblica”.
“E’ stato il Presidente ‘di tutti’ – conclude la presidente umbra – e un modello da prendere ad esempio per tutti noi che amministriamo le istituzioni pubbliche“.

Esprimo il più sentito cordoglio a nome dell’Assemblea legislativa dell’Umbria per la morte di Carlo Azeglio Ciampi. La sua scomparsa ci addolora profondamente perché, attraverso il suo comportamento autorevole e sicuro, è sempre riuscito a trasmettere in ogni circostanza quel sentimento di orgoglio di essere italiani. Sia nell’arco della sua Presidenza della Repubblica che in tutta la sua vita a servizio del Paese è stato un punto di riferimento istituzionale, conquistando i cittadini con la sua saggezza e umanità”. Così invece, in una nota, la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi.


Condividi su:


Aggiungi un commento