Miss Italia, la fascia di Rocchetta Bellezza Calabria va a Caterina Megna “nel cuore Spoleto e i Carabinieri”

Miss Italia, la fascia di Rocchetta Bellezza Calabria va a Caterina Megna “nel cuore Spoleto e i Carabinieri”

Il sogno nel cassetto: fare la caposala o l’infermiera nei Carabinieri

share

Miss Rocchetta Bellezza Calabria 2017 è Caterina Megna, la giovane che solo poche sere fa, ad Amantea (in provincia di Cosenza) ha sbaragliato il campo conquistando la fascia che la porta di diritto alle semifinali di Jesolo. La notizia della sua elezione è rimbalzata in poche ore anche in Umbria e più precisamente a Spoleto, dove Caterina ha vissuto con la famiglia per alcuni anni (il papà Pasquale, ufficiale dei carabinieri, ha comandato la locale Compagnia) e dove ha lasciato tanti amici. A Jesolo infatti  sarà poi eletta, tra le semifinaliste di ogni regione, la rappresentante del territorio che si contenderà il titolo italiano.

Nata a San Benedetto del Tronto, Caterina ha vissuto l’infanzia a Crotone per trasferirsi poi in Umbria. A Spoleto ha frequentato le scuole medie alla Dante Alighieri e i primi tre anni del Liceo scientifico Alessandro Volta.

Nel 2010 ha fatto rientro in Calabria, a Crotone, per seguire con la famiglia e il papà, chiamato ad un importante incarico nella Benemerita.

Gli studi l’hanno portata ben presto a Catanzaro dove si è brillantemente laureata in Scienze infermieristiche e dove si è iscritta al Master in Emergenza/urgenza sanitaria.

23 anni, alta 1,72, la Miss incarna la bellezza mediterranea, i colori del Sud nei suoi occhi e capelli scuri e un sorriso travolgente. Le sue passioni sono la danza (a Spoleto ha frequentato la Team Dance di Paolo Rinaldi) e la palestra.

A Jesolo andrà da sola a fine agosto, “ma per la semifinale mi raggiungerà il mio fidanzato Roberto e i miei familiari”. Con papà Pasquale e mamma Carmela ci saranno infatti anche la sorella maggiore Emanuela e il fratello Salvatore, che ha due anni più di Caterina.

Sono calabrese e rappresenterò la mia terra” dice la neo miss al telefono con Tuttoggi “ma a Jesolo porterò con me Spoleto, dove abbiamo trascorso un periodo importante e bello della nostra vita familiare. Prima della fine dell’anno intendo tornare per riabbracciare tutti gli amici che ho lasciato ma con i quali sono sempre in contatto”.

I sogni nel cassetto, la neo Miss, li ha ben chiari: “vorrei fare la caposala oppure mettere a frutto i miei studi nel Corpo sanitario dell’Arma dei Carabinieri”.

E il mondo dello spettacolo? “Mi piacerebbe fare la presentatrice, ma anche l’idea di un progetto cinematografico non mi dispiacerebbe…magari una fiction sui Carabinieri”.

Visto il legame con Spoleto, Don Matteo e la Lux Vide sono avvisati.

© Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa