Meeting ‘Galluzzi’, nuotatrice 70enne stabilisce record italiano sui 1500 metri stile libero

Meeting ‘Galluzzi’, nuotatrice 70enne stabilisce record italiano sui 1500 metri stile libero

A fissare il tempo record di 27 minuti, 55 secondi e 8 centesimi nella categoria M70 è stata Christine Jolly della società Flaminio Sporting Club Roma

share

Partenza con i migliori auspici per il XXXIV Meeting Internazionale di Nuoto Master “Italo Galluzzi”, che i Nuotatori Tifernati Polisport organizzano oggi (sabato 8) e domani (domenica 9) alle piscine comunali di Città di Castellom sotto l’egida di Coni e Federazione Italiana Nuoto, con il patrocinio di Regione, Comune e supporto di Sogepu.

Stamattina nella vasca dell’impianto tifernate è stato stabilito il nuovo primato italiano sulla distanza dei 1.500 metri, specialità stile libero, nella categoria M70, riservata agli atleti tra i 70 e i 74 anni. A fissare il tempo record di 27 minuti, 55 secondi e 8 centesimi è stata Christine Jolly, italianissima a dispetto del nome e del cognome, che con i suoi 70 anni ha gareggiato per i colori della società Flaminio Sporting Club Roma, scendendo in acqua con l’obiettivo di diventare la nuova primatista nazionale di categoria.

Un traguardo dichiarato all’assessore comunale allo Sport Massimo Massetti che, insieme al presidente dei Nuotatori Tifernati Valentino Cerrotti e al responsabile organizzativo Francesco Serafini, l’ha incontrata prima della sfida per unirsi come primo tifoso a quanti l’hanno ammirata in vasca. “Ci congratuliamo con l’autrice di questa bella impresa sportiva, che conferma la velocità della piscina comunale di Città di Castello e la qualità di una manifestazione come il Trofeo Galluzzi, che grazie agli organizzatori è divenuto un punto di riferimento indiscutibile nel panorama italiano delle competizioni riservate agli atleti master”, ha dichiarato Massetti, nel ringraziare Polisport “per aver messo a disposizione dell’evento un impianto in condizioni ideali”.

Il forte richiamo esercitato dalle piscine comunali e dal Trofeo Galluzzi nei confronti degli atleti master è confermato anche in questa edizione dai numeri: 500 iscritti in rappresentanza di 52 società provenienti da tutta Italia. Nuotatori che scelgono Città di Castello per l’unicità di un complesso sportivo come quello di via Engels che ha pochi eguali in Italia per vasche, servizi e spazi attrezzati, oltre che per il calore degli organizzatori.

Nell’ambito del Trofeo Galluzzi a nuotare i 1.500 metri sono stati 145 atleti. Città di Castello è infatti ancora una volta la tappa finale dei concorrenti dell’Iron Master (18 gare in stagione su tutte le distanze olimpiche), visto che il Meeting tifernate è tra le pochissime rassegne che offrono questa possibilità in Italia. La manifestazione ospiterà anche un altro tentativo di record italiano, quello che i nuotatori della Roma Nuoto Master cercheranno di stabilire nella staffetta mista 4X100 stile libero in categoria M240.

share

Commenti

Stampa