Mancati fondi al Centro antiviolenza, Pd e M5s all'attacco

Mancati fondi al Centro antiviolenza, Pd e M5s all’attacco

Redazione

Mancati fondi al Centro antiviolenza, Pd e M5s all’attacco

Sab, 08/10/2022 - 09:04

Condividi su:


I consiglieri regionali Bori e De Luca accusano il centrodestra di "atteggiamento pilatesco" dopo l'astensione sulla mozione delle minoranze

Pd e Movimento 5 stelle all’attacco sulla vicenda dei mancati fondi, da parte del Comune di Perugia, al centro antiviolenza. A puntare l’indice contro l’amministrazione perugina sono due consiglieri regionali, il segretario regionale del Pd Tommaso Bori e il capogruppo pentastellato Thomas De Luca.

“Continua il comportamento indecente del Comune di Perugia – accusa i due consiglieri regionali – che, invece di erogare regolarmente i fondi per consentire il funzionamento del Centro antiviolenza “Catia Doriana Bellini” continua a commettere colpevoli ritardi, per poi nascondersi dietro l’astensione in consiglio comunale di fronte ad una mozione delle minoranze”.

Così i due consiglieri regionali stigmatizzano “il comportamento pilatesco del centrodestra del Comune di Perugia”, di fronte al documento siglato da M5S, Partito democratico, Idee persone Perugia e Italia viva”

“Continuiamo a non afferrare se si tratti di cultura retrograda o semplicemente di sciatteria – spiegano Bori e De Luca – fatto sta che il Comune di Perugia, con il ritardo nello stanziamento dei fondi per il Cav, non sta permettendo alle operatrici di offrire un servizio fondamentale, soprattutto dopo gli anni di pandemia che non hanno fatto altro che acuire disagi e situazioni di criticità”.

“L’atteggiamento dell’assessore Cicchi – continuano Bori e De Luca – durante le commissioni in cui si è discusso del tema, è stato particolarmente arrogante, arrivando addirittura a parlare di strumentalizzazioni piuttosto che chiedere umilmente scusa. L’approvazione della mozione della minoranza, con l’astensione del centrodestra, è un pannicello caldo di fronte ad un atteggiamento arrogante e sfrontato, senza il rispetto delle tante vittime di violenza”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!