Maltrattamenti in famiglia: la polizia acciuffa un ventiquattrenne di Città di Castello - Tuttoggi

Maltrattamenti in famiglia: la polizia acciuffa un ventiquattrenne di Città di Castello

Redazione

Maltrattamenti in famiglia: la polizia acciuffa un ventiquattrenne di Città di Castello

Lun, 25/02/2013 - 15:28

Condividi su:


Maltrattamenti in famiglia: la polizia acciuffa un ventiquattrenne di Città di Castello

Gli agenti del commissariato di Città di Castello hanno denunciato ed allontanato dal proprio nucleo familiare un ragazzo tifernate di 24 anni per maltrattamenti in famiglia. Da una prima ricostruzione degli agenti sembra che il ragazzo aggredisse anche verbalmente i propri genitori, in maniera reiterata. L'operazione è stata condotta grazie ai frequenti appostamenti e alla richiesta di informazioni ai vicini di casa dove vive la famiglia del giovane.

Il 24enne trattava male i genitori, ricattandoli e chiedendo loro dei soldi. Padre e madre sembravano disperati, ed invano provavano a far ragionare il giovane. Le urla e le botte erano ben chiare, e tutto il vicinato sapeva che qualcosa non andava tra quelle mura domestiche. (Ale. Chi.)

Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!