Luca Argentero e Cristina Marino genitori: è nata Nina Speranza - Tuttoggi

Luca Argentero e Cristina Marino genitori: è nata Nina Speranza

Flavia Pagliochini

Luca Argentero e Cristina Marino genitori: è nata Nina Speranza

L'annuncio su Instagram: la coppia ha passato la quarantena in Umbria, a Città della Pieve
Gio, 21/05/2020 - 09:34

Condividi su:


Luca Argentero e Cristina Marino genitori: è nata Nina Speranza

Quarantena umbra con lieto fine per Luca Argentero e la compagna attrice Cristina Marino, che, mercoledì 20 maggio, sono diventati genitori.

A dare l’annuncio su Instagram lo stesso attore torinese, 42 anni, con una foto in bianco e nero che ritrae tre mani, di mamma, papà e figlia, che si toccano e sfiorano dolcemente. “Noi. Nina Speranza Argentero“, la didascalia dello scatto, ripubblicato anche dalla Marino.

Non è chiaro se la bimba sia nata in Umbria o se la coppia, finita la prima fase del lockdown, sia tornata nella sua regione di residenza, il Piemonte. Il 19 dicembre 2019 la coppia aveva annunciato la gravidanza, sempre con uno scatto in bianco e nero su Instagram. “E noi diventiamo in tre“, la didascalia scelta dalla coppia Luca Argentero-Cristina Marino per condividere la gioia con i fan,

Luca Argentero e Cristina Marino, quarantena in Umbria

Argentero e Marino hanno passato la quarantena insieme, lontano da Torino, in un casale in Umbria. Come svelato dalla Nazione, il protagonista della seguitissima fiction Rai “Doc-Nelle tue mani” ha un casolare a Città della Pieve, località scoperta girando la fiction Carabinieri, rimanendo colpito dal cuore verde d’Italia: “Mi sono innamorato di questa terra e non me ne sono più andato. Vivo in modo frenetico e quando non lavoro ho bisogno di questo piccolo borgo, immerso nella bellezza e nella natura“.

Naturale quindi la scelta di passare la quarantena nel cuore verde d’Italia: “Ho questa grande fortuna di aver scelto di vivere in una casa con un grande pezzo di terra – diceva Luca Argentero ospite di Mara Venier a Domenica In – e in questi giorni mi è molto d’aiuto. Avremmo voluto vivere questo momento in maniera più serena, ma ci proietta verso un futuro diverso, non c’è niente di meglio che pensare alla vita“.


Condividi su: