Liti in famiglia, a Terni tre denunce a piede libero in un solo giorno - Tuttoggi

Liti in famiglia, a Terni tre denunce a piede libero in un solo giorno

Marco Menta

Liti in famiglia, a Terni tre denunce a piede libero in un solo giorno

Ven, 27/05/2022 - 12:23

Condividi su:


Liti in famiglia: il 26 maggio scorso i Carabinieri di Terni sono intervenuti in tre diverse occasioni.

Liti in famiglia: una giornata impegnativa, il 26 maggio scorso, per i Carabinieri del Comando Provinciale di Terni, che hanno effettuato una serie di interventi.

Una 51enne, spinta dalla gelosia, si è scagliata contro il convivente con un coltello da cucina; un uomo in stato di ebbrezza ha picchiato la compagna; una donna ha rinchiuso il marito nel bagno di un chioschetto.

51enne contro il convivente con un coltello da cucina per motivi di gelosia

Una donna, in seguito a un litigio per motivi di gelosia, ha aggredito con un coltello da cucina il convivente di 49 anni. Il fatto si è verificato a Terni, nel corso della mattinata del 26 maggio. I militari del Comando Stazione Capoluogo, in questo caso, in seguito alla denuncia dell’uomo, hanno deferito in stato di libertà la 51enne alla Procura della Repubblica di Terni per il reato di “lesioni aggravate”. Infatti, nonostante il malcapitato fosse riuscito a trovare riparo dietro la porta di accesso alla camera da letto, la donna è riuscita a causargli escoriazioni sul braccio.

Uomo ubriaco provoca lesioni alla compagna: denunciato a piede libero per “maltrattamenti in famiglia”

Sempre il 26 maggio, è scattata la denuncia a piede libero ai danni di un 46enne per il reato di “maltrattamenti in famiglia”. Il soggetto, difatti, il 25 maggio scorso, rientrando nella propria abitazione in stato di ebrezza alcolica, ha percosso la compagna, provocandole lesioni.

Chiude il marito nel bagno di un chioschetto e si allontana con le chiavi

Il pomeriggio del 26 maggio, invece, i Carabinieri del Comando Stazione di Papigno, hanno deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica, per il reato di “violenza privata”, una donna di 53 anni. A denunciare quest’ultima il marito, che, non immaginando di essere seguito dalla 53enne, si era recato in un chioschetto per consumare una bevanda. Qui, dovendo utilizzare il bagno, ha chiesto le chiavi al titolare. Poi, dopo essere entrato nella toilette, ha lasciato le chiavi all’esterno. La moglie, allora, ha chiuso la porta del bagno e si è allontanata. E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco affinché l’uomo potesse uscire.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!