Liti e fucili non tenuti bene, in 10 mesi sequestrato un arsenale dalla polizia

Liti e fucili non tenuti bene, in 10 mesi sequestrato un arsenale dalla polizia

Redazione

Liti e fucili non tenuti bene, in 10 mesi sequestrato un arsenale dalla polizia

Dom, 06/11/2022 - 11:26

Condividi su:


Dall'inizio dell'anno sequestrate 840 armi, 600 demolite | Il rischio per i cacciatori dopo una denuncia

Liti o in famiglia o con il vicino di casa. Ma anche armi che non vengono detenute nel rispetto delle norme sulla sicurezza. Nell’ultimo anno la polizia ha sequestrato un arsenale. Solo gli operatori della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Perugia e dalle sezioni dei Commissariati di Assisi, Città di Castello, Foligno e Spoleto, da gennaio ad oggi hanno ritirato 840 armi. Di queste, 600 sono state definitivamente rottamate.

In gran parte fucili da caccia, che a seguito di controlli non sono risultati custoditi correttamente da parte dei proprietari.

Ma nella maggior parte dei casi le verifiche da parte della polizia sono scattate a seguito di denunce per maltrattamenti in famiglia o liti. Con il successivo sequestro cautelativo scattato qualora vengano riscontrate potenziali situazioni di pericolo.

Infatti, come previsto dall’articolo 38 del TULPS, l’autorità di pubblica sicurezza ha facoltà di eseguire, quando lo ritenga necessario, verifiche di controllo nei confronti dei detentori e di prescrivere le misure cautelari che ritenga indispensabili per la tutela dell’ordine pubblico.

Una normativa che tutela dall’uso improprio di armi. Ma che, a seconda delle situazioni, viene anche contestata dai cacciatori, che si vedono preclusa la possibilità di andare a caccia magari anche solo a seguito della segnalazione di un vicino dopo una banale lite. Situazioni che le autorità competenti sono chiamate a vagliare caso per caso.

Polizia, il bilanciodi 10 mesi di attività

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!