Lirico Sperimentale, successo per la prima de “La favola dei Tre Gobbi” - Tuttoggi

Lirico Sperimentale, successo per la prima de “La favola dei Tre Gobbi”

Redazione

Lirico Sperimentale, successo per la prima de “La favola dei Tre Gobbi”

Sab, 15/09/2012 - 11:34

Condividi su:


Lirico Sperimentale, successo per la prima de “La favola dei Tre Gobbi”

Dopo il successo del debutto dello spettacolo “La Favola dei Tre Gobbi” di Vincenzio Legrenzio Ciampi su libretto di Carlo Goldoni, avvenuto nell’ambito del festival “Segni Barocchi” di giovedì 13 settembre, continua il consenso del pubblico che ha acclamato anche a Spoleto la prima esecuzione assoluta in epoca moderna di questo intermezzo nella messa in scena proposta dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”.

Lo spettacolo sarà in replica domenica 16 settembre (ore 17.00) – presso la Sala Superiore del Piccolo Teatro di San Nicolò.
“La Favola dei Tre Gobbi”, come ha spiegato Francesco Massimi che ha curato la trascrizione della partitura originale conservata a Parigi restituendole la corretta struttura stilistica del periodo, lo spettacolo, pur conosciuto dal mondo della critica e dagli addetti ai lavori, non era mai stato rappresentato neanche in forma scenica. Il direttore artistico dello Sperimentale Michelangelo Zurletti, lo ha definito uno degli intermezzi più spumeggianti mai eseguiti, oltre ad essere la prima testimonianza di un lavoro il cui libretto molto ben scritto sia stato firmato da un maestro come Goldoni e di cui se ne conservi la musica. E proprio a proposito del compositore Vincenzo Legrenzio Ciampi, è bene sottolineare il fatto che sia nato in un momento storico di transizione per quanto riguarda la musica a cavallo fra la morte di Bach e la nascita di Mozart.
Il Teatro Lirico Sperimentale conferma dunque il lavoro per la riscoperta del repertorio settecentesco, già avviato con gli “Intermezzi Dimenticati del ‘700” nella scorsa Stagione.
I cantanti protagonisti sono i vincitori dei Concorsi Europei di Canto 2011 e 2012 indetti dall’Istituzione lirica umbra: nella parte di Madama Vezzosa si alternano i soprani Francesca Tassinari e Arete Teemets, nella parte di Macacco i tenori Edoardo Milletti e Marco Rencinai, il baritono Jacopo Bianchini come Parpagnacco e il baritono Daniele Antonangeli nelel vesti del Conte Bellavita. L’attrice Federica Santarelli nei panni della Cameriere di Madama Vezzosa.
L’Ensemble strumentale dell’O.T.Li.S. – Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto è composto da Maria Maddalena Pippa, Sergio Collaro Valente, Domenico Antonio Pontarelli, Simone Butini, Lino Megni, Andrea Pomeranz ,Matteo Maria Zurletti, Antonio Pirrotta, Rosario Pruiti, Giancarlo Frassanito, Manuel Mantovani.
L’ O.T.Li.S è diretto da Francesco Massimi, anche maestro al cembalo. La regia firmata da Giorgio Bongiovanni.
Regista e attore formatosi alla Scuola di Teatro diretta da Giorgio Strehler a Milano, Giorgio Bongiovanni collabora stabilmente con il Piccolo Teatro di Milano, dove ha preso parte a numerosi spettacoli, molti dei quali per la regia di Strehler. Tra questi “Arlecchino servitore di due padroni” di C. Goldoni del quale ha interpretato il ruolo di Pantalone. Per lo “Sperimentale” nel 2010 ha curato la regia de “L’Elisir d’Amore” di G. Donizetti e nel 2011 la regia degli “Intermezzi Dimenticati del ‘700”.


Condividi su:


Aggiungi un commento