Le analisi di Amoni, Filipponi e Partito Democratico - Tuttoggi

Le analisi di Amoni, Filipponi e Partito Democratico

Claudio Bianchini

Le analisi di Amoni, Filipponi e Partito Democratico

La Filipponi pronta ad incontrare i candidati sconfitti / Amoni soddisfatto del 10%
Mar, 27/05/2014 - 18:02

Condividi su:


“La sfida, del Partito democratico di Foligno di ieri, è stata difficile e importante. Una prova resa complicata da molte liste e sette candidati sindaci. Quattro di questi si sono affrontati in maniera determinata ma leale – commenta Patrizia Epifani, segretaria del Partito Democratico – credendo di avere la possibilità di amministrare il futuro della nostra città. I cittadini di Foligno hanno scelto di votare chi ha detto loro di impegnarsi per dare un futuro a questa nostra città, uscita dalla ricostruzione post sisma più bella che mai, ricca di arte e cultura, di ambiente e sapori, di capacità solidale e innovativa.
Il risultato uscito dalle urne nella serata di ieri – rileva la Epifani – pone il Partito democratico di Foligno come primo partito al 32,45% . Certo, il nostro candidato sindaco Nando Mismetti non ha vinto al primo turno, ottenendo comunque un risultato di coalizione molto positivo che si attesta al 41,48%. Ora – spiega – si tratta di intensificare nelle prossime due settimane i nostri sforzi. Continueremo il confronto con i cittadini di tutto il territorio folignate insieme ai neo eletti in consiglio comunale, ai segretari dei sette circoli e sopratutto con i tanti straordinari militanti e volontari che ci sono stati generosamente vicini in questi mesi. Il Partito Democratico – assicura la Epifani – è pronto per questa ulteriore sfida. Lavorerà insieme al suo candidato Nando Mismetti credendo che la vittoria sia molto vicina, e si rivolge inoltre a tutti i cittadini che non lo hanno votato al primo turno, ma che pensano che la città possa essere consegnata solo a chi lavorerà responsabilmente nei prossimi per il suo Futuro..

“Siamo pronti al ballottaggio e questi quindici giorni ci serviranno per arrivare là dove non siamo arrivati al primo turno”. È la dichiarazione di Stefania Filipponi, che si appresta ad affrontare la seconda tornata elettorale. “In queste due settimane i nostri interlocutori saranno tutti quei cittadini che, indipendentemente dalle ideologie, hanno votato per il cambiamento. Abbiamo ottenuto un risultato sicuramente storico – commenta – e da lì dobbiamo ripartire per portare avanti il nostro progetto e raggiungere il nostro obiettivo, quello di smantellare il sistema vigente, fatto di logiche clientelari. È stato un voto sicuramente politico, ma così non sarà al prossimo turno. E l’analisi prosegue.  “Probabilmente durante la campagna elettorale non siamo riusciti a coinvolgere la cittadinanza come avremmo voluto. Davanti abbiamo però ancora quindici giorni – chiosa la Filipponi – per far arrivare a tutti il nostro messaggio, presentare le nostre idee e far capire quanto abbiamo a cuore lo sviluppo della città. Ecco perchè incontreremo e ci confronteremo con quanti hanno votato per il cambiamento, con tutti quelli che credono che una svolta sia possibile”. Tra loro anche i candidati a sindaco che non hanno superato il primo turno. “Se c’è comunione di intenti si può certamente lavorare insieme – ha quindi concluso -, facendo il meglio per Foligno e per i cittadini tutti. Intanto noi proseguiamo per la nostra strada, chi ci sta si faccia avanti”.

“Abbiamo ottenuto un risultato strepitoso. È un primo passo importante verso una direzione nuova e dobbiamo ringraziare tutti i cittadini che ci hanno sostenuto” lo dice Aldo Amoni il giorno dopo lo scrutinio. Le liste civiche Amoni Sindaco ed Obiettivo Comune con Amoni si dicono infatti molto soddisfatte del risultato ottenuto. “Partivamo da zero ed abbiamo realizzato un più 10% – sottolinea Amoni – non c’è nessun partito politico che abbia ottenuto un risultato così buono”. Amoni prosegue continuando sottolineando che la sua proposta civica è stata la vera novità di queste elezioni “abbiamo portato una nuova idea di politica e siamo molto contenti di averlo fatto”. Amoni conclude ringraziando tutti gli elettori che hanno creduto in questo progetto nuovo e tutti i collaboratori che hanno reso possibile la nascita di questo progetto.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!