L'Ambasciatore della Somalia in visita a Spoleto - Tuttoggi

L’Ambasciatore della Somalia in visita a Spoleto

Redazione

L’Ambasciatore della Somalia in visita a Spoleto

Incontro istituzionale con il Presidente del Consiglio comunale Panfili per vagliare possibili collaborazioni
Mar, 07/03/2017 - 10:15

Condividi su:


L’Ambasciatore della Somalia in visita a Spoleto

Visita dell’ambasciatore della Repubblica Federale Somala S.E. Abdirahman Sheikh Issa Mohamed a Spoleto.  L’Ambasciatore, in Umbria nell’ambito di una visita di alcuni giorni che ha avuto come tappa finale la città del Festival dei 2 Mondi, ha incontrato sabato scorso a Palazzo Mauri il presidente del Consiglio comunale Giampiero Panfili.

somalia-2Interessato a possibili collaborazioni e sinergie, l’Ambasciatore, accompagnato dalla moglie – molto legata all’Umbria per aver studiato all’Università per Stranieri di Perugia – ha spiegato come la Somalia, dopo un periodo di gravi difficoltà dovute al dramma della guerra civile, stia conoscendo, con la recente elezione del Presidente della Repubblica, una nuova fase di processo democratico, capace di dare nuovi impulsi anche alla crescita del paese.

Panfili ha illustrato all’Ambasciatore le varie caratteristiche e peculiarità di Spoleto, la spiccata vocazione turistica e culturale e il suo essere centro artistico di rilevo internazionale. Il presidente del Consiglio comunale ha sottolineato inoltre, nel corso dell’incontro, la produzione di qualità nell’ambito dell’artigianato e dei prodotti tipici che distingue Spoleto, ha ricordato varie aziende e industrie del territorio auspicando che il mondo imprenditoriale locale possa aprirsi a possibili collaborazioni con un paese legato storicamente all’Italia e caratterizzato in questa fase da interessanti possibilità di sviluppo.

L’ambasciatore, dopo l’incontro istituzionale a Palazzo Mauri, è stato accompagnato ad una breve visita alla cattedrale di Spoleto. Si è poi recato a conoscere più da vicino due importanti realtà del territorio: la Tecnokar, azienda attiva nel campo dell’industria meccanica e poi il Ceis, il Centro di Solidarietà fondato da Don Guerrino Rota nel 1975, come risposta al problema dell’emarginazione giovanile.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!