"La Traviata" chiude la 66esima stagione lirica del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto - Tuttoggi

“La Traviata” chiude la 66esima stagione lirica del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto

Redazione

“La Traviata” chiude la 66esima stagione lirica del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto

Sab, 22/09/2012 - 11:10

Condividi su:


Domenica 23 settembre alle ore 17.00 si chiude ufficialmente la 66ma Stagione Lirica dello Sperimentale con l’ultima recita de “La Traviata”. Sul palcoscenico del Teatro Nuovo si sono alternati tre cast che hanno dato vita ai personaggi di Giuseppe Verdi. Dopo il successo dei soprani Anna Maria Carbonera e di Galina Bakalova, domenica sarà la volta di Sandra Pasterna giovane artista spagnola che si è esibita sotto la direzione di Riccardo Muti. Nel frattempo, si attende il debutto delle tre protagoniste nella Stagione Lirica Regionale che prenderà il via lunedì 24 settembre alle ore 20.30 per quattro sere di seguito a Perugia al Teatro Morlacchi. La produzione ha intensificato le recite arrivando ad un numero di 21 in totale fra Spoleto e l’ Umbria, fino ad approdare a Roma al Teatro Italia. Gli interpreti di domenica saranno Sandra Pastrana, nel ruolo di Violetta, mentre Alfredo sarà Roberto Cresca, quest’ultimo vincitore del Concorso Comunità Europea di Canto del 2010.

La regia e l’allestimento di questa produzione sono stati in parte appositamente ripensati per Spoleto. Lo spazio scenico è suddiviso in due piani delimitati da grandi cornici dove si susseguono le azioni; quelle reali e quelle mentali. Come sottolinea il regista, autore inoltre delle scene e dei costumi Stefano Monti: ”gli elementi scenografici figurativi, come i fiori che lentamente appassiscono, definiscono oltre allo spazio reale anche quello compositivo, a sottolineare la fugacità delle cose e l’illusione seguita dal disinganno di Violetta di poter condurre una vita felice lontano dal finto perbenismo della società. La scelta di ambientare l’opera negli anni ’30 la libera da tutta una inutile iconografia spesso troppo ingombrante ai fini della vicenda drammaturgica e la riporta ad una dimensione onirica dalle sfaccettature psicoanalitiche”. Da un punto di vista interpretativo il regista ha voluto lavorare sui sentimenti di fugacità e di illusione che permeano la protagonista e sulla brevità della vita stessa. Ne emerge che l’unico personaggio autenticamente “vero” sia proprio Violetta persa nella dimensione illusoria di questo amore.

Si ricorda, inoltre, che Domenica 23 settembre alle ore 11.00 nella Sala Frau di Spoleto, si proietterà il film documentario del regista Sam Belinfante girato durante la 64ma Stagione dello “Sperimentale” nel 2010. Il film è in collaborazione con l’Associazione Internazionale Anna Mahler.

L’opera verdiana protagonista della Stagione Lirica Regionale intensificata nelle date e promossa con il sostegno della Regione Umbria, sarà proposta ben quattro volte a Perugia, al Teatro Morlacchi da lunedì 24 a giovedì 27 settembre – ore 20.30, a Città di Castello, al Teatro degli Illuminati venerdì 28 settembre – ore 20.30, ad Orvieto, al Teatro Mancinelli sabato 29 settembre – ore 21.00, a Todi al Teatro Comunale domenica 30 settembre – ore 17.00 e ad Assisi, al Teatro Lyrick martedì 2 ottobre nel doppio appuntamento delle ore 10.00 (recite per le scuole) e delle ore 20.30.

La produzione si sposterà a Roma al Teatro Italia nel mese di ottobre con le recite di mercoledì 3 ottobre – ore 21.00, giovedì 4 ottobre – ore 21.00, venerdì 5 ottobre – ore 21.00, doppio appuntamento sabato 6 ottobre – ore 16.30 e ore 21.00 e domenica 7 ottobre ore 17.30. La direzione dell’ O.T.Li.S. Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale è affidata in alternanza a Carlo Palleschi – noto e raffinato musicista che ha già diretto al Teatro Carlo Felice di Genova, all’Arena di Verona, al Maggio Musicale Fiorentino, a Macerata, a Torre del Lago – e al giovane Daniele Squeo, direttore principale dell'Akademisches Orchester di Ilmenau in Germania e vincitore del Concorso “Franco Capuana” per Direttori d’Orchestra 2011. Lo spettacolo è firmato per regia, scene e costumi da Stefano Monti, regista affermato e poliedrico che ripropone, in una versione aggiornata, il suggestivo allestimento nato per l’Opera Giocosa di Savona. Il Coro del Teatro Lirico Sperimentale è diretto da Francesco Massimi.

Ad alternarsi nei ruoli protagonisti dell’opera verdiana i cantanti Galina Bakalova, Anna Maria Carbonera, Sandra Pastrana, Roberto Cresca, Giuseppe Distefano, Edoardo Milletti, Daniele Antonangeli, Costantino Finucci, Gionata Gilio, Chiara Osella, Kartarzyna Otczyk, Silvia Pantani, Marco Rencinai e Jacopo Bianchini. Hideki Matayoshi, Naoko Miyazawa.

Lo spettacolo è dedicato alla memoria di due cari amici del Teatro Lirico Sperimentale recentemente scomparsi: Enrico Corsetti Antonini, già Presidente della “Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini”, e di Yoshiyuki Nagatake, già Presidente della “Sound Bank K.K.” studioso e musicologo, appassionato didatta e divulgatore dell’opera lirica italiana in Giappone.

Articolo correlato:

Final performance of the 66th Spoleto Opera Season, a Success

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!