La Trafomec a nuova società guidata da Giancarlo Elia Valori | Le richieste dei sindacati

La Trafomec a nuova società guidata da Giancarlo Elia Valori | Le richieste dei sindacati

Redazione

La Trafomec a nuova società guidata da Giancarlo Elia Valori | Le richieste dei sindacati

Mer, 21/10/2020 - 14:59

Condividi su:


La Trafomec a nuova società guidata da Giancarlo Elia Valori | Le richieste dei sindacati

Trafomec, nuova società guidata da Giancarlo Elia Valori. La notizia è stata comunicata dai sindacati ai lavoratori in Assemblea, dopo l’informativa avuta ieri a Roma nel confronto con la proprietà cinese.

Si apre dunque una nuova fase nella vertenza Trafomec. Dopo l’incontro di ieri a Roma tra sindacati e la proprietà cinese della multinazionale Trafomec Shangai, stamattina presso lo stabilimento di Tavernelle si è svolta l’assemblea sindacale di Fiom Cgil, Fim Cisl e Rsu con i lavoratori della fabbrica metalmeccanica, circa 100.

Giancarlo Elia Valori alla guida della nuova società

Al centro della discussione, appunto, le notizie ricevute a Roma, nell’incontro al quale ha preso parte il presidente della società, Xiangxiong Cao. Proprio nel corso dell’incontro è stata comunicata ai sindacati la notizia della costituzione di una nuova società controllata, di diritto italiano, dal nome Trafomec Europe Tecnologies Srl, che sarà presieduta da Giancarlo Elia Valori, noto dirigente industriale già alla guida, tra le altre cose, di Autostrade per l’Italia. Tra gli ultimi incarichi ricoperti, dal 2005 Valori è presidente onorario della Huawei Technologies Italia, è presidente della holding La Centrale Finanziaria Generale S.p.a.,  nonché dal 2009 è presidente della delegazione italiana della Fondazione Abertis.

All’interno di questa nuova società confluirà anche il ramo d’azienda che include il sito di Tavernelle.

Le richieste dei sindacati

“Prima di tutto sindacati e lavoratori intendono verificare e misurare la serietà e la solidità di questo percorso attraverso due richieste specifiche – spiegano Fiom Cgil, Fim Cisl e Rsu – quella di sanare subito tutte le pendenze in essere con i lavoratori (salario, fondi pensione, istituti contrattuali, etc.) e quella della garanzia di un piano industriale, che contenga investimenti in termini di sicurezza, formazione e organizzazione del lavoro”.

Richieste – spiegano i sindacati – già avanzate nell’incontro romano di ieri e condivise oggi dalla totalità dei lavoratori in assemblea a Tavernelle. È già stato fissato un nuovo incontro a Roma per i primi giorni di novembre nel quale i sindacati si aspettano di entrare nel merito di questo nuovo corso per Trafomec.

Lo sciopero del 5 novembre

Intanto, l’assemblea di oggi è stata anche occasione per confrontarsi con i lavoratori in merito allo sciopero nazionale unitario in programma il 5 novembre, per chiedere il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici dopo la rottura voluta da Federmeccanica. 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!