La "rinascita" di Becchetti, dal ritiro all'argento degli assoluti | Brilla anche Stella Brachelente - Tuttoggi

La “rinascita” di Becchetti, dal ritiro all’argento degli assoluti | Brilla anche Stella Brachelente

Redazione

La “rinascita” di Becchetti, dal ritiro all’argento degli assoluti | Brilla anche Stella Brachelente

I due atleti del Kodokan Fratta protagonisti ai Campionati italiani, il tecnico Mirco Diarena su Nicola "Per il sogno olimpico serve aiuto di qualche imprenditore"
Mer, 31/01/2018 - 10:42

Condividi su:


Un secondo e un quinto posto. È il bilancio ai Campionati Italiani Assoluti di Judo del Kodokan Fratta di Umbertide, un risultato storico che a memoria non si ricorda nella regione Umbria. Protagonisti di questa prestazione super sono stati Nicola Becchetti, secondo classificato nella categoria dei +100kg e Stella Brachelente nei 48kg.

Il campione assoluto uscente Becchetti, quest’anno, si è dovuto accontentare dell’argento ma questa medaglia vale molto più dell’oro del 2017. Nicola infatti, ad agosto, aveva deciso di ritirarsi dall’attività agonistica visto il poco interesse dimostrato da Gruppi Sportivi e Nazionale nei suoi confronti nonostante le 9 medaglie conquistate ai Campionati Italiani.

Nicola – spiega il tecnico Mirco Diarenain un torrido pomeriggio d’agosto mi ha detto che avrebbe lasciato il judo per andare a lavorare. È un ragazzo troppo orgoglioso per vivere a 23 anni alle spalle dei genitori e, a pochi giorni da quella rapida comunicazione, ha appeso il judogi al chiodo e ha iniziato una nuova vita. A due settimane dagli Assoluti, però, ho parlato nuovamente con il ragazzo e l’ho convinto a salire un’altra volta sul tatami per dimostrare che coloro che non avevano creduto nelle sue capacità stavano commettendo un grave errore“.

Nicola, dunque, non solo è risalito sul tappeto, ma ha vinto tutti gli incontri senza subire neanche un punto, tutti fino alla finale dove un eccesso di foga e un errore gli hanno fatto perdere il match. L’umbertidese ha compiuto l’ennesima impresa, ancora una volta mettendo in fila i migliori atleti d’Italia, professionisti compresi, e “ancora una volta – aggiunge Diarena – i dirigenti del judo professionistico hanno voluto tapparsi gli occhi“.

Il ragazzo ha tutte le carte in regola per provare a qualificarsi per le Olimpiadi ma il judo italiano sembra volersi privare di questa possibilità. Per questa impresa purtroppo il mio club non basta, Nicola dovrebbe girare il mondo per allenarsi con i più forti atleti del pianeta e gareggiare in tutte le gare di Coppa Europa. Un sogno irrealizzabile con i fondi di una società che per una sola gara all’estero spende tutto quello che incassa in un mese. Per portare questo ragazzo a Tokio servirebbe un imprenditore che lo scelga come testimonial della speranza. Come esempio per i bambini e per le persone che credono nella meritocrazia

Ma il sogno del Kdk Fratta non è poi così irrealizzabile, visto che le cifre che di solito vengono spese per le squadre di seconda categoria sarebbero più che sufficienti per regalare ad un ragazzo umbro il sogno olimpico.

Può sognare i cinque cerchi anche Stella Brachelente (a sinistra), piazzatasi al quinto posto nella categoria dei 48kg. “Con questo piazzamento – continua Diarena – Stella ha acquisito il diritto a partecipare a tutte le European Cup Open del 2018. Sono le gare che danno punteggio per le Olimpiadi. Al momento in Italia ci sono atlete più forti di lei ma la logica e la matematica sono materie che non servono a chi vive di sogni e sacrifici. Ci proveremo da subito. Tra venti giorni sarà impegnata a difendere i colori dell’Italia in Coppa Europa a Roma. I 4 incontri vinti agli Assoluti, il terzo dan conquistato a soli 21 anni e l’entusiasmo di chi combatte contro i propri idoli sono fattori tutt’altro che trascurabili che potrebbero regalarci una nuova sorpresa”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!