La Lex spoletina 2011 assegnata a Carlo Verdone e agli scrittori Daniela De Gregorio e Michael Jacob - Tuttoggi

La Lex spoletina 2011 assegnata a Carlo Verdone e agli scrittori Daniela De Gregorio e Michael Jacob

Redazione

La Lex spoletina 2011 assegnata a Carlo Verdone e agli scrittori Daniela De Gregorio e Michael Jacob

Gio, 28/07/2011 - 10:53

Condividi su:


La Lex spoletina 2011 assegnata a Carlo Verdone e  agli scrittori Daniela De Gregorio e Michael Jacob

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Amici di Spoleto, su proposta dei Soci e in accordo con il Comune di Spoleto, ha stabilito che per il 2011 la “Lex Spoletina” sarà assegnata al regista e attore Carlo Verdone e agli scrittori Daniela De Gregorio e Michael Jacob (Michael Gregorio).
La Lex Spoletina 2011 verrà consegnata nel corso di una cerimonia che si terrà nel prossimo autunno.Carlo Verdone, nato a Roma il 17 novembre 1950, è attore, regista e sceneggiatore. Dopo una serie di fortunati programmi televisivi, da “Schegge” su Rai Due a “Videocomic”, l'incontro decisivo per la sua carriera: quello con Sergio Leone, dal quale scaturisce “Un sacco bello”. Tra i suoi film di successo, anche “Io e mia sorella” con Ornella Muti ed Elena Sofia Ricci girato a Spoleto nel 1987.

Michael Gregorio è lo pseudonimo utilizzato dall'inglese Michael G. Jacob e da sua moglie, l'italiana Daniela De Gregorio (Spoleto, 26 dicembre 1950), per una serie di romanzi gialli ambientati in Prussia all'epoca delle guerre napoleoniche e incentrati sulle indagini di Hanno Stiffenis, un magistrato di Lottingen, allievo di Immanuel Kant. L’intero ciclo di romanzi, edito in Gran Bretagna con Faber&Faber e poi uscito in Italia nella collana Stile libero di Einaudi, è stato tradotto in molte lingue e pubblicato negli Stati Uniti, in Australia, Brasile, Cina, Francia, Germania, Giappone, Polonia, Spagna e Olanda.

Da anni, l’Associazione “Amici di Spoleto” ha fatto della riproduzione della Lex Spoletina (il cippo di pietra conservato presso il Museo archeologico, risalente al II secolo a. C., su cui è inciso il testo di una legge di protezione per i boschi sacri) un riconoscimento a persone fisiche o giuridiche che abbiano contribuito alla concreta difesa del patrimonio storico, culturale e ambientale, alla conoscenza della Città ed allo sviluppo della sua economia.

Aggiungi un commento