Italia Viva parte da Roma, boccia l’alleanza con M5s alle prossime elezioni - Tuttoggi

Italia Viva parte da Roma, boccia l’alleanza con M5s alle prossime elezioni

Daniela Caprino

Italia Viva parte da Roma, boccia l’alleanza con M5s alle prossime elezioni

Il messaggio dell'Adriano è anche un no a Nicola Zingaretti
Dom, 13/10/2019 - 09:55

Condividi su:


Debutto di Italia Viva a Roma, ieri mattina al cinema Adriano, con i ‘padroni di casa’ Roberto Giachetti e Luciano Nobili insieme a Maria Elena Boschi e Ettore Rosato.

“Non saremo un pezzo del Pd fuori dal Pd, ma una cosa diversa e più larga”, dice Nobili. Nelle proposte e nella strategia. E su questo punto, il messaggio dell’Adriano è un no a Nicola Zingaretti e la proposta di un’alleanza politica del centrosinistra con i 5 Stelle.

“Adesso stiamo lavorando insieme, alle politiche saremo avversari”, parte Boschi.

I Comitati di Azione Civile hanno fatto partire una raccolta di firme -ritwittata da Matteo Renzi – per le dimissioni di Raggi: “Il futuro della Capitale passa dalle dimissioni di Virginia Raggi, l’unica e l’ultima cosa che può fare per la città. Salviamo Roma: Raggi dimettiti adesso. Firma anche tu la petizione!”, è l’appello via social.

Quanto ai contenuti, Boschi ricorda che “noi, la generazione Leopolda, siamo nati per portare avanti delle idee e così continueremo”. E rispetto al governo osserva: “Noi siamo leali con questo governo, Matteo Renzi è da agosto che ci mette la faccia su questo governo. Era giusto fare questo tentativo, quindi siamo leali ma non stupidi e non è che tutto quello che viene da Pd e M5S per forza ci deve andare bene. Noi portiamo le nostre idee”.

Aggiunge il vicepresidente della Camera, Ettore Rosato: “Nel precedente governo c’era mancanza di coraggio: mai una scelta, mai una riforma. Io avverto questo pericolo anche in questa fase: dobbiamo avere coraggio, ci vuole il coraggio delle scelte se vogliamo arrivare al 2023 in modo proficuo. In Italia Viva parleremo non di organigrammi ma di programmi e cosi’ risparmieremo l’80% del tempo. Il nostro – rivendica – sarà  un partito diverso noi siamo un progetto”.

Per Rosato infine “un partito ha bisogno di una leadership e chi ci accusa per questo lo fa perché non ce l’ha. Noi siamo un partito con un leader: un leader non si elegge, o ce l’hai o nessuno te lo può dare”, conclude il parlamentare.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!