Isola del Libro Trasimeno, omaggio alla Cina / Ospite d’eccezione il Console Wang Jian - Tuttoggi

Isola del Libro Trasimeno, omaggio alla Cina / Ospite d’eccezione il Console Wang Jian

Redazione

Isola del Libro Trasimeno, omaggio alla Cina / Ospite d’eccezione il Console Wang Jian

Domenica a Isola Maggiore dedicata all’Oriente e anche alla poesia / L’UmbriaEnsemble incanta il pubblico
Mer, 02/07/2014 - 13:54

Condividi su:


Isola del Libro Trasimeno, omaggio alla Cina / Ospite d’eccezione il Console Wang Jian

Riflettori puntati sull’Oriente. L’Isola del Libro Trasimeno, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura ideata da Italo Marri, dedica la giornata di domenica 29 giugno alla scoperta della Cina. Ospite d’eccezione al Café letterario della kermesse a Isola Maggiore, coordinato dal giornalista Federico Fioravanti, il Console della Repubblica Popolare cinese a Firenze, Wang Jian. Al tavolo dei relatori per l’incontro anche Andrea Fais e Marco Costa, autori del volume “La via della seta”, edito da Anteo, lo storico Giovanni Riganelli per un “focus” su Fra Giovanni da Pian del Carpine, e la professoressa Lidia Costamagna dell’Università per Stranieri di Perugia. Un appuntamento, è stato spiegato durante l’incontro, “per conoscere più da vicino la Cina, senza i pregiudizi che possono offuscarne l’immagine. L’unico modo per farlo, ed avvicinare così due Paesi già legati da tempo, è tramite la cultura e la conoscenza”. “Una via della seta”, dunque, per collegare il Cuore Verde d’Italia all’Oriente e alla Cina, “ripercorrendo, ricostruendo e riscoprendo quel legame addirittura più antico dei Polo”.

La giornata di domenica, “inaugurata” dal Cafè letterario “Il destino della poesia tra web, mercato e immortalità” con il vicepresidente dell’associazione Gutemberg di Terni Andrea Vitali, il poeta e giornalista Andrea Giuli, il finalista del Premio “Luciana Notari” Marco Caporali e coordinato da Anton Carlo Ponti, è poi proseguita con l’appuntamento in musica targato Umbria Ensemble. Il quartetto d’archi (Angelo Cicillini e Angelo De Domenico, violino- Luca Ranieri, Viola – Maria Cecilia Berioli, Violoncello) ha omaggiato il Console Wang Jain con il concerto “Un ponte di suoni teso tra Oriente ed Occidente”. “Un arco di suoni – spiega l’UmbriaEnsemble – che senza soluzione di continuità unisca nel pentagramma culture e tradizioni che meriterebbero maggiori occasioni d’incontro, oggi, quando la globalizzazione si trasforma spesso in alibi per evitare confronti culturali ed umani più diretti e vicini”. In scaletta brani della tradizione italiana e cinese che hanno emozionato il Console e tutti i presenti. Al termine dell’esibizione dell’UmbriaEnsemble la domenica dell’Isola del Libro si è conclusa con l’inaugurazione della mostra di fotografie e tessuti “Sulle tracce di Padre Giovanni”, il reportage sulle meraviglie dell’Oriente realizzato da Graziano Marini. L’esposizione resterà visitabile tutti i fine settimana fino alla chiusura dell’edizione 2014 dell’Isola del Libro Trasimeno, domenica 14 settembre.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!