"Io Klimt. Bellezza, splendore, oro". La mostra prorogata fino al 21 aprile - Tuttoggi

“Io Klimt. Bellezza, splendore, oro”. La mostra prorogata fino al 21 aprile

Redazione

“Io Klimt. Bellezza, splendore, oro”. La mostra prorogata fino al 21 aprile

Ven, 12/04/2013 - 08:32

Condividi su:


“Io Klimt. Bellezza, splendore, oro”. La mostra prorogata fino al 21 aprile

L’evento eccezionale di quest’anno a Gubbio, Io Klimt, non finisce più di stupire, proprio come l’artista austriaco. A due mesi dall’inaugurazione, dopo l’omaggio agli innamorati e alle donne nel giorno dell’8 marzo, si è appena conclusa anche l’esposizione di arte orafa che artigiani umbri hanno voluto condividere all’interno dello spazio tributo a Klimt. Avviandoci verso una proroga della mostra di altri 15 giorni la conclusione degli eventi collaterali, più idonea a rappresentare lo Splendore klimtiano, avverrà sabato 13 aprile alle ore 11.30 nella piazza Grande, proprio di fronte al Palazzo ospitante.

Le alunne del Corso Moda IPSIA dell’Istituto Gattapone di Gubbio presenteranno, coordinate dallo stilista eugubino Luca Tomassoli, 30 abiti della collezione ispirata a Gustav Klimt, costituita da capi in grado di vestire la donna in tutte le occasioni, sia quotidiane che particolari. Inconsueti vestiti da sposa, vestiti da sera eleganti e chic, tailleur e abiti da mattino o pomeriggio dai toni e dalle fantasie che richiamano i motivi decorativi cari all’artista. Questo defilé, presentato presso la Biblioteca Sperelliana nell’inverno appena trascorso, è il prodotto di una lunga progettazione inserita anche nell’ambito dell’area professionalizzante, la cosiddetta Alternanza scuola – lavoro, che ha visto protagoniste le studentesse dell’Istituto professionale, in quanto partecipi della fase di ideazione e quella di realizzazione pratica dei capi con il prezioso ausilio di docenti ed esperti sia interni che esterni. La sfilata vede la collaborazione del dirigente Scolastico Francesca Cencetti, il Dsga Stefano Biccari e la sig.ra Daniela Vispi, La Truccatrice Martina Fiorucci, Dj Sanny, Il Prof. Falleri Giordano per le fotografie, e soprattutto le docenti dell’area di indirizzo: Anna Flamini, Paola Viscuso e l’Assistente Tecnico Paola Ciavaglia che hanno accolto la proposta dell’Assessore Marco Bellucci e dell’organizzazione 4aMedia, di realizzare proprio durante l’esposizione artistica una sfilata rivisitata con l’aggiunta di nuovi abiti sempre ispirati a Klimt. Con questo ultimo evento collaterale si conclude la serie di Bellezza, Splendore e Oro di cui Klimt è protagonista assoluto. Da Io KLIMT a NOI KLIMT, un collettivo che ha tratto da questa esperienza tutte le sfumature che l’artista stesso ha consegnato alla storia dell’arte. Soddisfazione viene espressa dall'Assessore alla Cultura Marco Bellucci: “Grazie alla capacità di coinvolgere il territorio nelle sue diverse componenti, quella dell'istruzione e quella dell'artigianato, la mostra Io Klimt ha saputo qualificarsi anche per qualità ed interrelazione culturale. Visto il successo di visite alla mostra, grazie alla quale il Museo del Palazzo dei Consoli non a caso ha visto crescere sia a febbraio che a marzo le visite totali fino a circa 3400 visitatori (gli ingressi alla mostra ad oggi ammontano a 1100), si è deciso di prorogarla e resterà ancora nella sala dell’Arengo di Palazzo dei Consoli fino al 21 Aprile.”

Articoli correlati: Gubbio, oro: l'arte orafa omaggia Klimt

“Io Klimt. Bellezza splendore oro”. Una mostra “scontata” per gli innamorati a San Valentino

Riproduzione riservata

Aggiungi un commento