Inseguimento a Todi | in 3 fuggono e speronano la pattuglia, fermato un 28enne - Tuttoggi

Inseguimento a Todi | in 3 fuggono e speronano la pattuglia, fermato un 28enne

Alessia Chiriatti

Inseguimento a Todi | in 3 fuggono e speronano la pattuglia, fermato un 28enne

Prima il controllo in un'area di servizio della E45 | Poi la fuga dei malviventi | Nell'auto abbandonata trovati arnesi da scasso
Sab, 04/02/2017 - 18:24

Condividi su:


Inseguimento a Todi | in 3 fuggono e speronano la pattuglia, fermato un 28enne

Un vero e proprio inseguimento quello avvenuto nella zona di Todi nella serata di ieri, 3 febbraio. Protagonisti i carabinieri della stazione locale e alcuni malviventi: tre di loro sono riusciti a fuggire e sono al momento ancora ricercati, mentre un quarto, un 28enne cittadino di origine albanese, non è riuscito a far perdere le proprie tracce ed è stato fermato dai militari. Ora è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione in concorso e possesso ingiustificato di grimaldelli.

Tutto è cominciato intorno alle 18, quando, al momento di un controllo dei militari in un’area di servizio sulla E45, tre uomini a bordo di un’Audi S5 per sfuggire alle forze dell’ordine, hanno speronato la pattuglia dei carabinieri, fortunatamente senza ferire nessuno. Anche il 28enne, sceso dall’auto per fare rifornimento, come detto, ha provato a fuggire a piedi, ma è stato poi bloccato dalle forze dell’ordine. Si tratta di un pregiudicato, fuggito dai domiciliari e già giudicato responsabile di furto aggravato in concorso, oltraggio e ricettazione.

L’inseguimento – I 3 uomini a bordo dell’auto inseguita dai Carabinieri hanno fatto perdere le proprie tracce, abbandonando l’Audi all’uscita di Collevalenza, e fuggendo a piedi per le campagne, complice il buio. Il mezzo è poi risultato rubato con targa sottratta da una Nissan Qashqai a Paderno Dugnano, in provincia di Milano. All’interno dell’auto, inoltre, i militari hanno ritrovato arnesi da scasso, dei gioielli e delle targhe rubate dalla Svizzera.

Continuano le indagini, coordinate dalla Procura di Spoleto, anche per scoprire le identità dei 3 fuggitivi. Sull’episodio, gli inquirenti mantengono la massima attenzione, in quanto i quattro malviventi potrebbero essere membri di una stessa banda specializzata in furti di vario tipo (dai bancomat, alle abitazioni, alle attività commerciali), fatto che spiegherebbe la presenza degli arnesi da scasso ritrovati all’interno dell’auto. Un problema, quello dei furti nella zona di Todi, purtroppo non nuovo: l’ultimo episodio era avvenuto circa una settimana fa, quando ad essere colpita era stata una nota attività commerciale della zona. Un furto che non è che un caso delle decine di episodi commessi nell’ultimo periodo, e sui quali le forze dell’ordine continuano a mantenere alta la guardi.

©Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!