Il Vescovo di Foligno rassicura i fedeli sul processo di canonizzazione della Beata Angela - Tuttoggi

Il Vescovo di Foligno rassicura i fedeli sul processo di canonizzazione della Beata Angela

Redazione

Il Vescovo di Foligno rassicura i fedeli sul processo di canonizzazione della Beata Angela

Lun, 18/02/2013 - 16:54

Condividi su:


Il Vescovo di Foligno rassicura i fedeli sul processo di canonizzazione della Beata Angela

Ai microfoni di Radio Gente Umbra, intervistato dal direttore, Alberto Scattolini, e dal responsabile della redazione, Fabio Luccioli, il Vescovo Monsignor Gualtiero Sigismondi è intervenuto su alcuni temi di interesse locale, come ad esempio le conseguenze delle dimissioni del Papa sul processo di santificazione della Beata Angela.

Il Vescovo: nessuna preoccupazione per la Beata Angela

“Il Papa il 20 di dicembre aveva autorizzato la Congregazione dei Santi a procedere alla canonizzazione della Beata Angela, seguendo una prassi diversa, la “fama di santità” e non la necessità della “ricerca del miracolo”. Ovviamente questo ha dato al processo un'accelerazione formidabile. Processo che è nelle mani della Congregazione dei Santi la quale presenterà al nuovo Papa i risultati del cammino compiuto – ha spiegato Monsignor Sigismondi – non credo che il processo si bloccherà, si potrà inevitabilmente rallentare, perché una sede vacante rallenta ciò, ma il vantaggio di Papa Benedetto XVI è che conosceva la Beata Angela. Ma la Beata Angela farà il miracolo di ispirare anche lei i cardinali a farsi conoscere dal nuovo Papa. E' una preoccupazione che non è necessario avere, perché il processo è in mano alla congregazione che sta a già buon punto del suo lavoro.

Il folignate Betori tra i papabili

“Gli scriverò prima dell'inizio del conclave per assicurargli la nostra preghiera. Abbiamo l'orgoglio che un concittadino entrerà in conclave a scegliere con gli altri cardinali a scegliere il successore di Pietro. E' un compito altissimo ed importantissimo- ha detto il Vescovo di Foligno a Radio Gente Umbra – ha bisogno del sostegno della nostra preghiera, lasciamo poi allo Spirito il compito di rivelarci il nome e di sorprenderci”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!