Il TLS presenta "Abbandoni differenziati", il primo spot operistico nella storia della comuncazione - Tuttoggi

Il TLS presenta “Abbandoni differenziati”, il primo spot operistico nella storia della comuncazione

Redazione

Il TLS presenta “Abbandoni differenziati”, il primo spot operistico nella storia della comuncazione

Sab, 10/09/2011 - 11:47

Condividi su:


“No! Non puoi lasciarmi, non puoi gettare al vento il suggello della nostra dolce empietà (ostentando una lettera d’amore), ne’ puoi affidarmi ai flutti…”. Lei, l’innamorata ripudiata, gorgheggia rivolgendosi all’amato che intende lasciarla. E’ il soprano disperato, l’eroina operistica – interpretata dalla cantante Letitia Nicoleta Vitelaru – che straziata implora l’amante. Ma l’amato, interpretato dal cantante Daniele Antonangeli, è più spietato che mai. E’ un baritono e quindi il cattivo di sempre nella finzione dell’opera. Le strappa la lettera : ”Va’ druda…” e la sta per gettare a terra. E’ qui che l’atmosfera musicale creata dal compositore Francesco Massimi dal verismo lirico si trasforma in funky. Con il nuovo ritmo entra una bambina (Chiara Cortez) che perentoria afferra il braccio del cantante: “No caro signore. Comprenda che oggi non si usa più fare così. Oggi le lettere d’amore si buttano nel contenitore della carta…oppure usi la mail!”. Il baritono attonito guarda la bambina, ricicla a dovere la carta nell’apposito contenitore e abbraccia l’amata che lo ha convinto nel frattempo a lasciarsi un poco per volta.
Sessanta secondi per una mini opera ironica appositamente creata dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” per la Società V.U.S. – Valle Umbra Servizi dal giovane compositore Francesco Massimi come ulteriore contributo alla campagna per la raccolta differenziata dei rifiuti. Lo spot sarà trasmesso sulle televisioni locali umbre e prima di ogni spettacolo della 65ma Stagione Lirica Sperimentale 2011. Nasce così una collaborazione apparentemente singolare tra un’azienda al servizio del territorio e un’istituzione culturale, conferma che la cultura può essere coniugata con le esigenze reali.

Domani 11 settembre è prevista la terza ed ultima recita di RealityOpera© presso il del Complesso Monumentale di San Nicolò di Spoleto (ore 17.00). Lo spettacolo tra opera e musica rock prevede la messa in scena di tre pièces di teatro musicale ispirate a tre temi di attualità: “Gomorra di Roberto Saviano: la denuncia di un sistema”; “La strage alla Thyssenkrupp: quale lavoro per quale dignità umana?” e “L’isola dei famosi: realtà e reality, quale cultura?”.
I tre melologhi di Teatro Musicale Contemporaneo che verranno messi in scena sono:
– “Ragaaazziii!” della sedicenne folignate Laura Brizi, testo ispirato al reality “L’isola dei famosi” e musicato da Andrea Cera;
– “Un grido di voce” del ventisettenne spoletino Simone Fagioli, ispirato alla strage della Thyssenkrupp di Torino per la musica di Roberta Vacca;
– “Lo sgambetto” di Luigi Santamaria ispirato al libro di Roberto Saviano “Gomorra”, musica di Enrico Marocchini.
Il tutto verrà eseguito sotto la direzione del M° Marco Angius e la regia di Marco Carniti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!