Il sindaco Romizi esprime vicinanza allo studente vittima di un incidente nel centro storico

Il sindaco Romizi esprime vicinanza allo studente vittima di un incidente nel centro storico

Il primo cittadino, “Felice  di ospitarlo alla prossima edizione di Umbria Jazz “


share

Il sindaco Romizi esprime vicinanza allo studente vittima di un incidente nel centro storico.” Felice  di ospitarlo alla prossima edizione di Umbria Jazz “Il Sindaco di Perugia Andrea Romizi e il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia Antonio Onnis hanno fatto visita nella mattinata di mercoledì 24 luglio allo studente rimasto vittima di un grave incidente avvenuto ai Giardini Carducci , in centro storico a Perugia due settimane fa.

Dopo gli interventi chirurgici a cui è stato sottoposto nei giorni scorsi ad una gamba e alla colonna, Amir Coccoluto è apparso risollevato, apprezzando molto, assieme alla madre Arbia, la visita del primo cittadino di Perugia, che ha voluto a nome proprio e dell’amministrazione comunale manifestargli vicinanza e porgergli gli auguri di sollecita guarigione.

“Ero venuto a Perugia con la mia fidanzata per assistere a qualche concerto di Umbria Jazz, – ha detto Amir all’ufficio stampa dell’ospedale – “ma purtroppo non è andata come nelle aspettative”. Il Sindaco ha prontamente accolto il desiderio del ragazzo, invitandolo come ospite alla manifestazione musicale del prossimo anno: “Lei pensi a guarire, – ha detto Romizi – Perugia l’aiuterà a dimenticare questa brutta esperienza. Della nostra città le deve rimanere un buon ricordo” .

Romizi ha voluto ringraziare anche tutto il personale sanitario che si è preso cura del giovane Amir dai primi soccorsi, sottolineando anche le attività del personale della Rianimazione, dei chirurghi ortopedici e dei neurochirughi. Il commissario Onnis  ha raccolto i sentimenti di gratitudine dei familiari del giovane, in particolare della madre Arbia: ”Tutt’ si sono presi a cuore la salute di mio figlio, lui ed io ci siamo sentiti coccolati e pur nella disgrazia di quanto accaduto non potevamo chiedere di meglio. Sotto il profilo assistenziale.

“Amir” – come ha spiegato il direttore della Medicina Interna e Vascolare Prof. Giancarlo Agnelli – “dovrà seguire le terapie per molti giorni ma le sue condizioni di salute vanno migliorando e sono incoraggianti per una ripresa delle sue attività”.

share

Commenti

Stampa