Il Comune di Perugia dichiara guerra alla zanzara tigre. Multe salate a chi non fa prevenzione - Tuttoggi

Il Comune di Perugia dichiara guerra alla zanzara tigre. Multe salate a chi non fa prevenzione

Redazione

Il Comune di Perugia dichiara guerra alla zanzara tigre. Multe salate a chi non fa prevenzione

Lun, 02/04/2012 - 12:01

Condividi su:


Arriva il caldo, si avvicina l'estate e il comune di Perugia dichiara guerra preventiva alle larve della zanzara tigre.

Obbiettivo primario del comune è contrastare alla radice la nascita dell'insetto, di origine tropicale ma ormai ampiamente diffuso nella maggior parte delle regioni italiane. A tale scopo un'ordinanza firmata dal sindaco Boccali entrata in vigore il 1 aprile impone a privati e aziende di eliminare contenitori e punti di raccolta e ristagno delle acque piovane, ideali per la crescita delle larve delle zanzare tigre.

In particolare, l'ordinanza impone a privati e imprese di qualsiasi tipo “di non abbandonare, sia in luogo pubblico sia in proprietà private, contenitori e oggetti di qualsiasi natura e dimensione (ad esempio barattoli, scatole di metallo, bidoni, secchi, vasche, teli di plastica) nei quali potrebbero raccogliersi acque piovane e di conseguenza, svilupparsi larve di zanzara” e di “eliminare nelle proprietà private, negli orti, nei giardini, nei cantieri, qualsiasi prolungata raccolta di acqua piovana in contenitori non abbandonati, ma sotto il controllo di chi ne ha proprietà o l’uso effettivo (annaffiatoi, secchi, sottovasi, bidoni, carriole o altro materiale per le attività lavorative), svuotando l’acqua e mantenendo i contenitori al riparo dalle piogge”.

L'ordinanza prevede anche delle multe per chi non rispetterà queste disposizioni, che vanno dai 50 ai 100 euro per i privati e dai 250 ai 500 euro per gli amministratori di condominio e per le “aziende artigianali
o industriali e per le aziende zootecniche di allevamento equini e di avicoli”.

Oltre ad essere considerato un insetto particolarmente “aggressivo”, la zanzara tigre in casi molto rari può essere portatrice di alcune malattie di origine tropicale, come la “febbre del Nilo” o la dengue. (fda)

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!