Il Ceis tifernate compie 30 anni, "Sempre in lotta contro dipendenze" - Tuttoggi

Il Ceis tifernate compie 30 anni, “Sempre in lotta contro dipendenze”

Redazione

Il Ceis tifernate compie 30 anni, “Sempre in lotta contro dipendenze”

Il Centro di Città di Castello festeggerà il trentennale sabato 7 dicembre con uno spettacolo al Teatro degli Illuminati
Gio, 05/12/2019 - 21:54

Condividi su:


Trenta anni di Ceis (Centro Italiano di Solidarietà) a Città di Castello, “fatti di lotta alle dipendenze e aiuto alle persone”, come hanno dichiarato don Paolino Trani, fondatore e responsabile del Centro, l’amministratore Modesto Urbani e, per i 10 operatori attualmente in organico, Alessandra Valeri, in vista di sabato prossimo, 7 dicembre 2019, quando il trentennale verrà ricordato a partire dalle 21 al Teatro comunale, con la musica di Fabio Battistelli e Stefano Falleri, il teatro dei ragazzi del Ceis e la presenza del presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti.

In questi 30 anni sono passate per il Ceis circa 1300 persone con un’età media che va da 25 a 50 anni, uomini in prevalenza, un terzo dei quali provenienti dal carcere. Sempre più spesso accogliamo stranieri, anche se non abbiamo dati sul successo di questo cammino, che è molto tortuoso e può non raggiungere mai punti di non ritorno” dice don Paolino Trani, menzionando il sacerdote Enrico Trebalzini, che negli anni Ottanta ebbe l’intuizione del Centro Solidarietà e Accoglienza di Arezzo, in seno al quale è nato e si muove il Ceis tifernate.

In 30 anni di Ceis ho celebrato 40 funerali, ci sono utenti che vanno e vengono periodicamente, altri che invece hanno ricostruito la loro esistenza con una famiglia e un lavoro. Ma rispetto agli anni Novanta, la droga non è sentita al livello di emergenza sociale ed è, per così dire, normalizzata, se ne parla meno. La dipendenza è vissuta come una faccenda personale, al limite familiare. Invece avremmo bisogno di sentire la comunità vicina perché le droghe e l’alcolismo non sono affatto in regressione. Speriamo che il trentennale serva per riavvicinare scuole, associazioni e cittadini al servizio che svolgiamo e crescano i volontari

Come funziona un Ceis: “Il nostro percorso si articolare in tre fasi: la prima di Accoglienza è residenziale e dura circa 4 mesi rinnovabili. Per l’utente è il primo passo per uscire dalla dipendenza. Poi c’è uno step residenziale in Comunità ad Arezzo e poi la parte finale di Reinserimento ancora da noi, con una presenza dalle 9 alle 17 nella struttura e due appartamenti in via Trastevere, gestiti dal Ceis in cui i ragazzi vivono” spiega Alessandra Valeri, che parla di un “mestiere difficile ed esaltante con tanti momenti critici ed altri bellissimi”.

L’attesa di Alessandra e degli altri operatori è per lo spettacolo teatrale che i ragazzi del Ceis metteranno in scena a cura di Gilda Foni al Teatro degli Illuminati nella serata del trentennale. “Lo stiamo vivendo come un vero e proprio esordio e per l’occasione sono tornati anche nostri ex utenti”. Modesto Urbani ha sottolineato invece “l’impegno umano e in termini di responsabilità per garantire che la permanenza nel Ceis sia un’esperienza positiva ed aiuti i ragazzi ad uscire da una spirale drammatica. E’ importante avere un luogo dove stare in tranquillità al termine della giornata”.

Anche l’assessore alle Politiche sociali Luciana Bassini, infine, ha invitato a partecipare alla manifestazione di sabato 7 dicembre al Teatro degli Illuminati, con inizio alle 21. Ci sarà l’intervento del presidente della Cei Bassetti, delle autorità e del presidente del CSA di Arezzo e Città di Castello Sandro Balò, e alcune testimonianze dei ragazzi. Al termine un momento di convivialità presso il Ridotto.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!