Il camminatore Marco Togni arriva ad Assisi, 6mila km a piedi contro la Sclerosi Multipla - Tuttoggi

Il camminatore Marco Togni arriva ad Assisi, 6mila km a piedi contro la Sclerosi Multipla

Redazione

Il camminatore Marco Togni arriva ad Assisi, 6mila km a piedi contro la Sclerosi Multipla

Ieri pomeriggio, giovedì 22 agosto, l’assessore ai servizi sociali Massimo Paggi lo ha ricevuto nella sala degli emblemi
Dom, 25/08/2019 - 08:54

Condividi su:


Il camminatore Marco Togni arriva ad Assisi, 6mila km a piedi contro la Sclerosi Multipla

Marco Togni è arrivato ad Assisi, un’altra tappa del viaggio che sta compiendo a piedi per l’Italia per sensibilizzare persone e istituzioni sul tema della sclerosi multipla.

Ieri, accompagnato dai rappresentanti dell’Aism, Marco Togni è stato ricevuto nella sala degli emblemi dall’assessore ai servizi sociali Massimo Paggi che lo ha ringraziato per l’impresa che sta portando avanti, 6000 chilometri a piedi, “perché è un modo per dare risalto alle storie e alle sofferenze di tante persone afflitte dalla sclerosi multipla e nello stesso tempo per testimoniare la voglia di farcela nonostante le innumerevoli difficoltà di ogni giorno”.

L’obiettivo dell’iniziativa “Oski4AISM” è quello di associare un percorso fatto di movimento a uno dei principali ostacoli che vive una persona con la sclerosi multipla: il disagio motorio quindi come sfida da superare attraverso la camminata.

Marco Togni, 36 anni, ingegnere appassionato di trekking, volontario dell’Aism, è partito da Genova lo scorso 17 marzo dove ritornerà il prossimo 30 novembre dopo aver percorso 6.000 km per un totale di 259 giorni di cammino.

In questo lungo e delicato tragitto, importante è il coinvolgimento delle amministrazioni comunali e Assisi è in prima linea nel sostegno a iniziative del genere. “Infatti nel 2015 proprio nella nostra città – ha ricordato l’assessore Paggi – fu firmata la carta dei diritti delle persone con sclerosi multipla e ieri sono stati reiterati i contenuti e gli impegni, prestando particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche e ai posti di parcheggio riservati”.

Aggiungi un commento