"Ho il Coronavirus, ho una lieve febbre": Atanasijevic racconta la malattia

“Ho il Coronavirus, adesso ho una lieve febbre”: dalla Serbia Atanasijevic racconta la sua malattia

Redazione

“Ho il Coronavirus, adesso ho una lieve febbre”: dalla Serbia Atanasijevic racconta la sua malattia

L'opposto: "Sono stato testato cinque volte ed ero sempre negativo" | La nota della Sir
Sab, 06/06/2020 - 15:03

Condividi su:


“Ho il Coronavirus, adesso ho una lieve febbre”: dalla Serbia Atanasijevic racconta la sua malattia

Sono positivo al Coronavirus“: Atanasijevic dalla Serbia racconta del virus contratto. Il campione della Sir Safety Conad su un proprio profilo social ha parlato della sua malattia, per fortuna lieve. “Sono positivo al Coronavirus – ha scritto -. Non so ancora dove l’ho preso, mi sto interrogando con chi ero in contatto. Spero di non aver trasmesso l’infezione a nessuno, ai miei genitori e amici. Voglio guarire il prima possibile“. I suoi genitori, a Belgrado, sono medici.

Aggiungendo: “Ho una lieve febbre adesso. Se non avessi subìto un intervento chirurgico al ginocchio a Perugia un mese fa, la mia forza immunitaria non sarebbe diminuita e probabilmente sarei stato asintomatico. All’ospedale di Perugia, dopo l’operazione, ho avuto anche una lieve polmonite”.

L’operazione al ginocchio

Il 3 maggio Atanasijevic era stato sottoposto ad un intervento chirurgico di routine al ginocchio. In quell’occasione era stato anche sottoposto al tampone per il Coronavirus, risultato negativo.

Bata ha anche spiegato che per rientrare in Serbia (il 18 maggio) per rivedere la sua famiglia si è sottoposto più volte al tampone: “Sono stato testato cinque volte ed ero sempre negativo“.

I controlli e la quarantena

Atanasijevic rassicura i tifosi e gli appassionati sportivi sulle sue condizioni di salute: “I dottori mi hanno esaminato, hanno fatto le analisi necessarie, mi hanno radiografato i polmoni e, fortunatamente, tutto va bene. Ecco perché mi hanno concesso il trattamento domiciliare, devo rimanere in isolamento per due settimane. Dicono anche che il virus non è più così forte, ma è ovvio che una persona non deve rilassarsi in alcun modo”.

La notizia arrivata dalla Serbia

La notizia della positività di Atanasijevic al Coronavirus era stata diffusa nella tarda serata di venerdì da una testata serba, Sport Klubu. Creando una certa apprensione tra i Sirmaniaci ed i tifosi della Sir. Che hanno manifestato in vario modo la vicinanza al loro campione, che ha da poco rinnovato con la Sir sino al 2022.

La nota della Sir

Poco fa anche la Sir Safety Conad Perugia ha comunicato la positività del proprio atleta Aleksandar Atanasijevic al Covid-19. Questa la nota della società:

Atanasijevic si trova in Serbia dalla metà del mese di maggio dove stava proseguendo il lavoro di recupero dall’intervento al ginocchio.
L’opposto bianconero, prima della sua partenza da Perugia, era stato sottoposto, come da protocollo, a ripetuti test risultati tutti negativi.
Atanasijevic, dopo un periodo di permanenza di oltre tre settimane in Serbia, ha sviluppato delle sintomatologie per le quali è stato ripetuto il test risultato positivo.
Allo stato attuale Atanasijevic presenta moderate sintomatologie legate al virus e sta osservando il previsto periodo di isolamento.
Lo staff medico bianconero, ed in particolare il Covid general manager dott. Giuseppe Sabatino, è in continuo contatto telefonico con il giocatore per monitorare costantemente e quotidianamente la situazione clinica in stretta collaborazione con i colleghi serbi.
La società augura al proprio bomber una pronta e completa guarigione e lo aspetta più presto possibile a Perugia
“.

(La foto scattata dopo l’operazione a Perugia)


Condividi su: