"Halloween Una fiaba horror", successo clamoroso per l'evento ma il Comune lo snobba

“Halloween Una fiaba horror”, successo clamoroso per l’evento ma il Comune lo snobba

Sara Fratepietro

“Halloween Una fiaba horror”, successo clamoroso per l’evento ma il Comune lo snobba

Mar, 02/11/2021 - 15:39

Condividi su:


Migliaia di persone all'evento di Halloween di Castel San Giovanni, lunghe code dovute alle norme anti-Covid ma organizzazione perfetta

Migliaia di persone da varie parti dell’Umbria e non solo si sono ritrovate sabato e domenica a Castel San Giovanni di Castel Ritaldi per “Halloween Una fiaba horror“.

Un evento consolidato e giunto alla undicesima edizione ma il cui successo incredibile quest’anno ha sorpreso perfino gli organizzatori.

Evento di Halloween nel disinteresse del Comune

Tante le famiglie che hanno partecipato all’evento, organizzato – in modo impeccabile – su base totalmente volontaria dai ragazzi del piccolo borgo tra Spoleto e Foligno, e che ha visto l’intera comunità rispondere positivamente per la riuscita della festa. Nonostante, va detto, il disinteresse dell’amministrazione comunale castelritaldese guidata dal sindaco Elisa Sabbatini che non ha nemmeno concesso il patrocinio all’evento. Mentre addirittura a Castel San Giovanni è arrivato il neo sindaco di Spoleto, Andrea Sisti, elogiando gli organizzatori.

Lunghe code ma nessuna polemica

Il rispetto delle normative anti-Covid (green pass e mascherine, ma anche un accesso contingentato al castello) hanno comportato lunghe code per tutto il pomeriggio di sabato ed ancora di più la domenica. Questo non ha però scoraggiato i tantissimi bambini (si parla di 1500) con genitori al seguito, che hanno ingannato l’attesa giocando tra loro anche all’esterno.

Gli organizzatori, commentando il successo dell’evento, ricordano che si è trattato di “una semplice festa. Nessuna adorazione o deviazione verso il male, – sottolineano – ma la semplice volontà di stare insieme riconoscendo quella di Halloween come una tradizione che ormai ha contaminato l’intero pianeta. Basta fare una semplice ricerca per evidenziare come questa festività pagana ha determinati significati che nulla hanno a che vedere con la venerazione della malvagità, accettandone anche il senso prettamente consumistico dei nostri tempi. Una festa vera e propria quindi, nulla di più.

Napoli, Treviso, Massa Carrara, Pesaro, Ferrara, Viterbo, Fermo, Città di Castello, Gubbio, Terni e Perugia. Queste sono solo alcune delle località da cui provenivano i circa 1500 bambini che si sono divertiti alla manifestazione”.

La creatività di 10 ragazzi del luogo

“L’idea – ricordano – è nata per gioco dalla creatività di 10 ragazzi del luogo, senza contributi o aiuto alcuno, contando sulle proprie possibilità e sulla volontà di regalare a Castel San Giovanni un evento per divertirsi.
Oggi, dopo dieci edizioni, l’evento è sistematicamente cresciuto e dati alla mano conta il numero di presenze giornaliere più alto tra tutte le manifestazioni che si tengono a Castel Ritaldi. Considerato il target di pubblico tra i 3 e 15 anni possiamo definirlo una sorta di record per quello che il Comune si forgia di chiamare il Paese delle Fiabe”.

I giochi di questo undicesimo “Halloween Party” andavano da pistole laser per catturare fantasmi a vere e proprie prove attoriali nel famigerato Tunnel dell’orrore, a sfide di abilità o di semplice fortuna.

La manifestazione, come detto, si è svolta nel pieno rispetto delle normativa di sicurezza e anti-Covid grazie al fondamentale supporto della Proloco, dell’Unione nazionaleArma dei Carabinieri (sezione di Spoleto) e della Sogit Le Aquile.

Nessun patrocinio dal Comune per il secondo anno consecutivo

“Piccola nota dolente – evidenziano i promotori – è stata la poca partecipazione da parte delle istituzioni locali che, per volontà o meno, hanno deciso di non omaggiare Castel San Giovanni con la loro presenza. Va considerato inoltre che per l’evento non è stato concesso neppure il Patrocinio del Comune di Castel Ritaldi per il secondo anno consecutivo, con motivazioni non ancora del tutto chiarite e giunte per vie informali. Non stiamo a citare la portata del filone gotico che trova esponenti come i fratelli Grimm, Mary Shelly, Edgard Alan Poe, Tim Burton, Tolkien. La certezza sembra che in questo Comune la caccia alle streghe non sia ancora finita; peccato solo che i giochi siano si paurosi ma creativi e che il 1400 sia passato da 600 anni.

Halloween Party: le date del 2022

Per ora rimane il grande entusiasmo per l’apprezzamento ricevuto dai bambini e dalle proprie famiglie. E va evidenziato il saluto dal neo sindaco di Spoleto, Andrea Sisti, che ha ringraziato con la sua presenza per l’idea e la realizzazione dell’evento. Chissà se in futuro potrà nascere una sorta di collaborazione di entrambi i territori, considerando la presenza dei due castelli Albornoziani. Vedremo… Di sicuro siamo già a lavoro per la XII edizione di “Halloween Party”, quindi non prendere appuntamenti per il 29 e 30 ottobre 2022!“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!