Grifo, col Fano conta solo la vittoria | Tifosi fuori dal Curi | L'ordinanza del Comune

Grifo, col Fano conta solo la vittoria | Tifosi fuori dal Curi | L’ordinanza del Comune

Redazione

Grifo, col Fano conta solo la vittoria | Tifosi fuori dal Curi | L’ordinanza del Comune

Dom, 27/09/2020 - 10:00

Condividi su:


Alle 17,30 il Grifo sfida il Fano al Curi, per la prima giornata del Girone B della Serie C. Anche se la formazione biancorossa non è al completo, dopo la smobilitazione seguita al maledetto spareggio perso ai rigori contro il Pescara, “conta solo vincere” come ha detto il tecnico Caserta. Per iniziare bene un campionato che si preannuncia difficilissimo. E per riportare un po’ di entusiasmo, dopo l’incredibile retrocessione dello scorso anno.

Il comunicato della Curva Nord

Partita senza tifosi, per le regole anti Covid. La Curva Nord, in un comunicato emesso alla vigilia della sfida, ha scritto: “Non riteniamo, ad oggi, sia una necessità impellente il rientro in massa allo stadio, visti i rischi annessi a qualsiasi situazione si assembramento. Sono sicuramente bel altre le priorità, i tifosi e gli ultras possono aspettare”.

E sull’ipotesi di una riapertura ridotta: “Stare lontani dalla Curva Nord, dal nostro Perugia – scrivono – ci mette a dura prova. Ognuno di noi ha voglia di tornare sui gradoni, ma non abbiamo intenzione di farlo se non nell’unico modo che conosciamo: tornare a sostenere i nostri colori, ad incitare, ad essere parte del gioco”. Con le mascherine, distanziati, senza tamburi né bandiere, non è tifo: “Per l’ultras esiste un solo modo di stare sugli spalti e non accettiamo nessun compromesso”.

Tifosi fuori dal Curi

I tifosi della Curva Nord saranno fuori dal Curi. “Facendo attenzione – assicurano – alle regole di distanziamento e con le dovute precauzioni, ma fedeli allo spirito di aggregazione e di gruppo propri dell’essere ultras”.

Quindi l’appello: “Ognuno deve sentirsi libero di assistere alle partite se lo ritiene opportuno, ma per tutti i tifosi biancorossi che non se la sentano di prendere parte all’ennesimo esperimento sociale, fatto sulla pelle e sulla passione della gente, è aperto l’invito ad unirsi a noi”.

Comunicato che si chiude con l’invio “Santopadre vattene”.

L’ordinanza del Comune

Intanto il Comune ha emanato l’ordinanza che vieta – dalle 15 alle 22 di oggi – il commercio su aree pubbliche, compreso quello a domicilio, nelle seguenti aree: piazzale Caduti di Superga, viale Conti, compresa l’area di parcheggio dove abitualmente sostano gli spettacoli viaggianti, via D’Attoma, via Meazza, comprese le aree di parcheggio circostanti il Palasport Evangelisti, via Tazio Nuvolari, via Perari, via del Tabacchificio, strada S. Lucia, via Cortonese, strada Trasimeno Ovest (tratto compreso tra lo svincolo con via Centova ed il sottovia ferroviario, via Firenze, via Cairoli, strada Ferro di Cavallo – S. Lucia, piazzale Umbria Jazz, viale Centova, rotatoria Azzurri d’Italia, rotatoria Fellini e rotatoria Danti.

Sono vietate, inoltre, nel medesimo orario e giorno, la somministrazione di alcolici e la vendita di bevande in contenitori di vetro e lattine da parte di pubblici esercizi, circoli privati e attività commerciali nelle seguenti aree: via D’Attoma, viale Conti, piazzale Umbria Jazz e strada Trasimeno Ovest, dall’intersezione con via del Tabacchificio fino al sottopasso ferroviario lato Ferro di Cavallo.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!