Grandi eventi e un nuovo palasport, Coni e istituzioni studiano il futuro della Valnerina - Tuttoggi

Grandi eventi e un nuovo palasport, Coni e istituzioni studiano il futuro della Valnerina

Redazione

Grandi eventi e un nuovo palasport, Coni e istituzioni studiano il futuro della Valnerina

Visita del presidente del Coni Malagò a Norcia e Cascia | Rilancio del turismo sportivo al centro di incontri con istituzioni e imprenditori FOTO
Mar, 31/01/2017 - 14:21

Condividi su:


Grandi eventi e un nuovo palasport, Coni e istituzioni studiano il futuro della Valnerina

Organizzare, partendo già da maggio a Cascia, alcuni grandi eventi sportivi e lavorare per far tornare atleti e manifestazioni in Valnerina ed in particolare a Norcia: il Coni è pronto a sostenere amministrazioni locali e imprenditori per il rilancio dello sport nelle zone colpite dal terremoto. A dirlo chiaro è stato il presidente nazionale del comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, che ieri mattina (30 gennaio ndr.) si è recato prima a Cascia e poi a Norcia.

La prima tappa del presidente del Coni – accompagnato dal suo omologo umbro, Domenico Ignozza – è stata a Cascia, dove ad accoglierlo, insieme al sindaco Gino Emili ed all’amministrazione comunale, c’era l’assessore regionale alle infrastrutture, Giuseppe Chianella. Nel corso della visita – ha riferito l’assessore Chianella che ha espresso apprezzamento per il grande interesse di Malagò verso l’Umbria – il presidente del Coni ha preso in considerazione la possibilità di organizzare a partire da maggio, alcuni grandi eventi sportivi nella città.

coni-malago-norcia-5Quindi l’arrivo a Norcia, che poco prima aveva ospitato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, dove era atteso dal vicepresidente della Giunta regionale con delega allo sport e turismo, Fabio Paparelli. Il quale ha ricordato che la presenza dei visitatori in Umbria non è motivata solo da una spinta culturale, ambientale ed enogastronomica, ma la regione si caratterizza anche per una forma di turismo legato ai grandi eventi sportivi che hanno subito una grande penalizzazione dopo il terremoto del 24 agosto e del 30 ottobre. Durante la sua presenza in Valnerina, Malagò ha incontro i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni sportive con i quali ha anche effettuato una ricognizione dell’impiantistica che, in alcuni casi, è stata danneggiata. A Norcia, oltre a Paparelli, ad accogliere Malagò sono stati il sindaco Nicola Alemanno, il vicesindaco, Pietro Luigi Altavilla, ed il deputato del Pd Walter Verini. Nella città di San Benedetto era presente anche l’imprenditore umbro Brunello Cucinelli. A salutare l’arrivo di Malagò anche l’atleta umbro Leonardo Cenci.

coni-malago-norcia-3Dopo aver illustrato a grandi linee la situazione che si è venuta a creare in tutto il territorio regionale in seguito al sisma che “sul fronte turistico ha colpito l’intera regione con un calo considerevole di presenze anche nelle città non comprese nell’area del cratere”, Paparelli ha riferito che “l’Umbria ora è pronta a ricominciare e lo fa sostenendo finanziariamente le imprese, a partire da quelle turistiche, anche attraverso una campagna di comunicazione in parte già avviata e che sarà potenziata anche con nuovi testimonial”. “In questo contesto – ha detto il vicepresidente della Regione – il ruolo del Coni è di primo piano anche per sensibilizzare le associazioni a portare e organizzare nuovi eventi in Umbria. Siamo ancora amareggiati – ha aggiunto Paparelli – per quanto accaduto qualche mese fa quando la Federazione Ginnastica ha deciso di sostituire Perugia con un’altra città per ospitare la Prova del Campionato nazionale di ginnastica ritmica. Ciò dimostra ancor di più che gli eventi sismici hanno profondamente penalizzato tutta l’Umbria ed è per questa ragione che bisognerà lavorare per organizzare eventi sportivi su tutto il territorio. Accanto a ciò – ha concluso il vicepresidente – si avvierà un lavoro per la ricostruzione dei piccoli e medi impianti sportivi”.

L’impegno e l’attenzione del Coni c’è” ha detto Giovanni Malagò, che ha espresso in modo chiaro la volontà di seguire da vicino la situazione per poi avviare, insieme alle istituzioni, al Comune, e ai Comitati regionali e provinciali, un confronto per mettere a punto un programma per far tornare gli atleti e i grandi eventi sportivi nel territorio con la garanzia che le strutture ricettive siano pronte per l’accoglienza.

All’incontro hanno preso parte vari imprenditori locali del settore, tra cui Vincenzo Bianconi ed Alberto Allegrini. “Già dopo il terremoto del 1979 siamo stati capaci di lavorare insieme, pubblico e privato, per far sì che che lo sport potesse competere anche con gli altri assi portanti del nostro turismo quali ambiente, cultura e gastronomia – ha detto il sindaco Alemanno – tutte le squadre che hanno scelto Norcia hanno potuto trovare a Norcia un accogliente salotto integrandosi al meglio con la città. Oggi nonostante siamo feriti  dobbiamo provare a reinvestire sulla nostra terra e abbiamo bisogno di ripartire dallo sport: per questo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte. Nostro progetto è realizzare un grande palazzetto dello sport che all’evento serva anche come centro di Protezione Civile, per il quale il Comune mette a disposizione parte delle donazioni ricevute”.


Condividi su:


Aggiungi un commento