Gli investitori e il mercato dei Bitcoin - Tuttoggi

Gli investitori e il mercato dei Bitcoin

Redazione

Gli investitori e il mercato dei Bitcoin

Gio, 31/12/2020 - 11:57

Condividi su:


Gli investitori e il mercato dei Bitcoin

Bitcoin, una forte realtà in grado di attirare moltissimi investitori

La transizione verso un sempre più massiccio utilizzo delle criptovalute come, ad esempio, i Bitcoin, è, oramai, solamente una questione di tempo. Di fatti, è incontrovertibile che, in una prossima fase successiva relativa all’evoluzione economica e finanziaria, il ruolo rivestito da queste particolari monete, vada ad assumere rilevanti importanze. D’altra parte, i Bitcoin sono già una forte realtà in grado di attirare moltissimi investitori.

Il mercato stesso sta diventando sempre più maturo nei confronti delle criptovalute. Anche se può essere difficile stabilire il quando, è, tuttavia assodato che l’utilizzo delle criptovalute stia diventando una realtà. In questo quadro generale, infatti, non ci si può dimenticare di come gli investitori e via dicendo, si siano abituati a considerare i Bitcoin in modo rapido e flessibile. Di conseguenza, è quanto mai logico presupporre che gli investitori, e non solo loro, giocheranno un ruolo determinante nello sviluppo del settore delle criptovalute.

Il fattore che determina il successo di Bitcoin e compagni, senza dubbio, è dettato da una infinità di vantaggi che vengono ad essere garantiti dalle criptovalute e che, ovviamente, fanno storcere il naso a banche e ad istituti di credito.

Altro aspetto che influenzerà il prossimo mercato finanziario, è quello legato alle leggi sviluppate e ai meccanismi di protezione degli investimenti e, principalmente, a ciò che potrà essere effettuato per garantire gli investitori più cauti. Mercati finanziari e banche centrali, di certo, non vedono di buon occhio il fatto che le transazioni in Bitcoin e criptovalute possa avvenire in forma anonima. In linea di principio, questo aspetto può favorire attività illecite, facilitare i truffatori, così come finanziare attività terroristiche.

Tuttavia, il meccanismo ha preso il suo avvio, uno slancio che potrà essere esclusivamente fermato da un duro e, onestamente impensabile, freno da parte delle autorità governative. Di certo, un aspetto che può frenare l’impeto e la foga dei Bitcoin e delle altre criptovalute, è legato al fatto che, in realtà, esse non hanno alcun corso legale. Ovvero, possono essere utilizzate come forma di pagamento o come mezzo di scambio, esclusivamente su siti e-commerce, locali di ristorazione, negozi e via dicendo, che acconsentono a questa forma di pagamento.

Vi è, poi, anche la possibilità di utilizzare delle carte prepagate che possono essere direttamente caricate in Bitcoin. Di queste carte, ve ne sono di due tipologie. La prima, prevede che, al momento in cui la si ricarica, i Bitcoin vengono ad essere convertiti in euro, mentre il secondo tipo prevede che il credito venga ad essere mantenuto in Bitcoin fino al momento nel quale il titolare della carta prepagata richieda una conversione al fine di effettuare un credito.

Comunque, al di là di ogni possibile considerazione, sono sempre più gli investitori a comprenderel’importanza di Bitcoin prime, come, anche, il principio peer to peer sul quale è basato il fondamento della più nota criptovaluta, ovvero il Bitcoin.

Altrettanto noto, è che, a differenza di quanto avviene per una valuta legale, il Bitcoin non viene ad essere emesso né da un governo o da una banca centrale, e che nessun istituto finanziario è coinvolto nelle transazioni. Ancora più in generale, oggi come oggi, tutti sanno che le criptovalute vengono emesse e gestite utilizzando regole predefinite, complessi algoritmi di codice open source univoci per ogni criptovaluta.

Ad esempio, l’emissione di nuovi Bitcoin si basa su algoritmi di “mining”, i quali vengono ad essere gestiti da persone che, solitamente, vengono ad essere chiamate “minatori” perché, utilizzando computer potenti e sofisticati software, “estraggono” nuovi Bitcoin. In cambio dei loro servizi, i “minatori” ricevono unità di valuta virtuale gratuite che possono essere scambiate.

Andando a concludere, qualsiasi altro individuo che non sia coinvolto in queste attività di “estrazione” e che desideri ottenere una qualsiasi valuta virtuale, deve acquistarla.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!