Giro d'Italia, l'arrivo nella città della Quintana - Tuttoggi

Giro d’Italia, l’arrivo nella città della Quintana

Sara Cipriani

Giro d’Italia, l’arrivo nella città della Quintana

Intervista a Elisa di Francisca per Oxfam, charity partner della corsa / Le immagini dell'arrivo
Sab, 17/05/2014 - 10:17

Condividi su:


L’arrivo – E’ stato Rachid Bouhanni a raggiungere per primo il tragurardo del ‘centro del mondo’ nell’ottava tappa del Giro d’Italia. Una volata, quella del serpentone rosa, giunta direttamente da Frosinone, che ha raggiunto l’Umbria passando per l’impervio valido della Somma per poi sfrecciare sulla vallata di Spoleto, attraversando il territorio di Trevi e quindi Sant’Eraclio in direzione centro storico. Bouhanni si conferma così il velocista più forte di queste prime tappe, con la città di Quintana a sancire il suo successo. Dietro al francese, secondo posto per l’italiano Giacomo Nizzolo del Team Trek e terzo gradino sul podio per Luka Mezgec della Giant Shimano. Gli addetti ai lavori e gli appassionati delle due ruote sono concordi nel giudicare buona e senza errori la performance della maglia rosa dell’australiano Michael Matthews che ha comunque tentato la voltata arrivando però quarto e mantenendo comunque il simbolo stesso del primato.

La Corsa Rosa di Oxfam – All’arrivo nella città umbra immancabile la presenza dello staff di Oxfam, charity partner del Giro d’Italia e per supportare la Corsa Rosa era ieri  presente la campionessa di scherma Elisa Di Francisca, testimonial assieme a tanti protagonisti dello sport e dello spettacolo lungo il percorso di gara. Al fianco di Oxfam ci sono infatti il ct Davide Cassani, l’attrice Chiara Francini, Madrina del Giro, Malika Ayane e Ilaria d’Amico, ambasciatrici dell’organizzazione non profit, e molti altri testimonial come Cristina Chiabotto, il campione di volley Gigi Mastrangelo, il musicista Saturnino, i Modena City Ramblers, la “Iena” Nadia Toffa  e molti altri.  “Sostenere una donna vuol dire rafforzare la sua autonomia, il suo potere e le sue competenze; significa aiutare lei e la sua famiglia a uscire dalla povertà e dalla fame”, con questo messaggio Oxfam, impegnata in oltre 90 Paesi nel mondo al fianco delle donne nella lotta all’ingiustizia della povertà,  lancia la campagna Con le donne per vincere la fame.

Insieme a Oxfam, i protagonisti del Giro d’Italia invitano appassionati e tifosi a donare con un SMS al 45501 per sostenere 50.000 donne attraverso progetti di cooperazione finalizzati a migliorare la produzione di cibo, l’accesso alle risorse, al credito, a rafforzare la loro capacità di creare e commercializzare prodotti agricoli e artigianali dei loro Paesi (Albania, Bosnia Erzegovina, Cambogia, Ecuador, Marocco e Palestina).

ANSO con Oxfam – In occasione degli arrivi di 5 tappe del Giro d’Italia saranno presenti gli editori aderenti ad ANSO per intervistare i testimonial di Oxfam al fine di sensibilizzare la popolazione alle problematiche della fame nel mondo. Dopo le tappe già seguite da BariLive.it e  Tuttoggi.info, la Corsa Rosa tornerà nuovamente sulle testate ANSO il 20 Maggio su Piacenzasera.it, il 21 Maggio su IVG.it, il 23 Maggio su ZipNews.it con l’arrivo a Trieste dell’ultima tappa dove sarà presente Saverio Zeni in rappresentanza dell’Associazione Stampa Online chiudere la campagna di solidarietà.

La sfilata in Pista – Foligno ha dunque accolto nel migliore dei modi la storica corsa ciclistica, migliaia di persone hanno gremito le strade: due ali di folla festante che hanno sostenuto con calore, simpatia ed originalità tutti i corridori. Un pienone da record, gente di tutte le età e famiglie intere non sono volute mancare all’appuntamento, per vivere emozioni che resteranno impresse a vita. Ottime anche le riprese televisive della Rai e le pillole promozionali sul territorio, gli eventi e la Giostra della Quintana, che hanno portato la città alla ribalta mondiale. Nell’attesa dell’arrivo degli atleti un, un piccolo assaggio di sfilata in pista con gli immancabili tamburini e l’esibizione degli sbandieratori del rione Pugilli.

L’intervista è di Chiara Magna, ha partecipato Claudio Bianchini

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!