GIOSTRA QUINTANA: A PALAZZO CANDIOTTI IL “GAREGGIARE DEI CONVIVI” DEL RIONE AMMANNITI CON IL CICLO DELLE QUATTRO STAGIONI

GIOSTRA QUINTANA: A PALAZZO CANDIOTTI IL “GAREGGIARE DEI CONVIVI” DEL RIONE AMMANNITI CON IL CICLO DELLE QUATTRO STAGIONI

share

Sussidiarietà orizzontale, una risorsa per il Paese. Questo il tema del convegno che si terrà a Foligno il 18 giugno prossimo, alle 11, all’Auditorium Santa Caterina, per riflettere sul valore della sussidiarietà alla luce della riforma del titolo V della Costituzione, che invita Stato, regioni ed enti locali a favorire la partecipazione della società civile nella promozione di attività di interesse generale. All’evento, organizzato dall’associazione “Umbria Domani”, interverranno relatori di rilevanza nazionale come il professor Paolo Montesperelli, docente presso la facoltà di scienze politiche, sociologia e comunicazione dell’università La Sapienza di Roma, il professor Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, e l’onorevole Giuseppe Fioroni, responsabile del Dipartimento Welfare del Partito Democratico. Porteranno i saluti Luca Barberini, consigliere regionale del Pd e Nando Mismetti, sindaco di Foligno. I lavori saranno coordinati dall’onorevole Gianpiero Bocci dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati. “Soprattutto nei momenti di crisi economica e sociale, come quello che stiamo vivendo – sottolinea Luca Barberini – è importante valorizzare le iniziative provenienti dalla società civile, dal tessuto associativo e dal mondo del volontariato, collaborando a tutti i livelli per contribuire alla realizzazione del bene comune. Il concetto di sussidiarietà orizzontale, espresso nell’articolo 118 della Costituzione, chiede alla politica un impegno più forte nel sistema del welfare e ai cittadini un maggiore coinvolgimento nei processi sociali, per promuovere uno sviluppo più armonico della comunità ed evitare che aumentino le disuguaglianze. Questo convegno propone una riflessione su questi temi, sensibilizzando istituzioni, associazioni e società civile sul valore della sussidiarietà”.

share

Commenti

Stampa