Giornata nazionale del soccorso, vigili del fuoco protagonisti a Perugia

Anche il capo nazionale dei vigili del fuoco Giomi alle iniziative per sensibilizzare la popolazione su rischi e su autoprotezione


share

Vigili del fuoco protagonisti oggi a Perugia per la prima giornata nazionale del soccorso. Un evento formativo e informativo sui rischi antropici e naturali e sui modelli comportamentali di autoprotezione e autotutela, che ha preso il via questa mattina e proseguirà con iniziative anche nel pomeriggio.

La giornata, organizzata dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha l’obiettivo di  parlare dei rischi di carattere antropico naturale, dedicata al soccorso per diffondere adeguati modelli comportamentali è rivolta a famiglie e giovani, con il coinvolgimento degli enti locali, protezione civile, del soccorso pubblico e delle forze dell’ordine.

La manifestazione è stata aperta dalla  banda  musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco alla Presenza del capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ing. Gioacchino Giomi, del  capo dipartimento Prefetto Bruno Frattasi, del sindaco di Perugia Andrea Romizi, del prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, del questore Francesco Messina e delle massima autorità civili e militari.


Sicurezza, nel weekend via sedie e tavoli di bar e ristoranti in corso Vannucci


Nel corso della giornata, Corso Vannucci è stato e sarà teatro di postazioni dimostrative dei Vigili del Fuoco e di alcune simulazioni di soccorso che vedranno protagonisti operatori specialistici del Corpo. Le simulazioni ripropongono le attività che i Vigili del Fuoco eseguono per la ricerca di persone disperse con l’impiego di alcuni supporti e con le unità cinofile, per il soccorso in ambienti contaminati da sostanze chimiche  pericolose o da sostanze radioattive, per  il salvataggio da edifici interessati da incendi con manovre di  derivazione  speleo/alpino. Lungo corso Vannucci sono stati posizionati anche  alcuni stand per esporre materiali ed attrezzature dei vigili del fuoco e sono stati posti in  visione i mezzi utilizzati per le attività di soccorso tra cui alcuni prototipi.

La parte più significativa della manifestazione, viste le finalità didattiche dell’iniziativa, è consistita nell’incontro della mattinata, presso la sala dei Notari, tra gli studenti, provenienti da varie parti dell’Umbria (Perugia, Norcia, Cascia, Assisi) e le varie componenti del soccorso pubblico. Dopo il tradizionale Inno di Mameli, eseguito all’interno della sala dei Notari da una delegazione della banda dei Vigili del Fuoco, l’incontro formativo è stato aperto dal sindaco Andrea Romizi. “Con piacere – ha detto – apriamo i lavori e questa prima giornata nazionale del soccorso, che siamo davvero onorati di ospitare nella città di Perugia. Speriamo sia di buon auspicio affinché questo appuntamento possa ripetersi nel tempo”.

Nel salutare le molteplici autorità presenti, civili e militari, il sindaco ha sottolineato come a tutti i cittadini stia particolarmente a cuore il lavoro che svolgono i vigili del fuoco. Sui giovani queste divise esercitano un particolare fascino, ma è soprattutto da adulti che si riesce ad apprezzare ancor di più la straordinaria attività che giornalmente i Vigili del fuoco esercitano in favore della collettività. Un contributo giornaliero incredibile, sia nelle emergenze che nella quotidianità. Per questo, a parere del sindaco, è utile per i giovani apprendere dalle voci dirette dei Vigili del fuoco i comportamenti da tenere per reagire ai momenti di emergenza e di rischio. Infatti, al di là della fondamentale attività dei professionisti, ciascuno di noi può far molto per se stesso e per gli altri quando è edotto su cosa fare nei momenti di difficoltà. Al termine del suo intervento il sindaco ha voluto riservare un saluto affettuoso ai lavoratori della Perugina che proprio in contemporanea con l’incontro alla sala dei Notari si stavano radunando “per difendere il loro posto di lavoro ed un’azienda storica della città. Perugia deve dimostrarsi ancora una volta attenta alle esigenze di tutti: da un lato sensibile alla formazione ed all’informazione, come sta accadendo in  questa sala, ma anche vicina alle necessità dei lavoratori”.

Questa parte informativa della giornata, andata in scena alla sala dei Notari, oltre a far conoscere le organizzazioni preposte al soccorso ha voluto richiamare l’attenzione dei giovani sui rischi di carattere naturale, antropici e domestici per ricordare le corrette modalità di prevenzione e di gestione  dei rischi residui che comunque si devono affrontare.

La giornata prosegue nel pomeriggio: dalle ore 16.00, nella sala Brugnoli della sede del Consiglio Regionale, si svolgerà un ulteriore momento rilevante dal punto di vista formativo con la presentazione del libro: “Esempi applicativi del codice di prevenzione incendi”. Alla presenza del Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e di altri direttori centrali che hanno seguito  il settore della prevenzione incendi, si parlerà di esempi applicativi del nuovo Codice di Prevenzione  a cui sono stati invitati i professionisti del settore (ingegneri, architetti, geometri e periti). La giornata si concluderà (intorno alle 18), infine, in Piazza IV Novembre,  con l’esibizione, aperta a tutta la cittadinanza, della Banda musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

share

Commenti

Stampa