“GIALLO” POST MORTEM MARCO DOMINICI A PERUGIA, SINDACO TODI DI NUOVO IN CAMPO - Tuttoggi

“GIALLO” POST MORTEM MARCO DOMINICI A PERUGIA, SINDACO TODI DI NUOVO IN CAMPO

Redazione

“GIALLO” POST MORTEM MARCO DOMINICI A PERUGIA, SINDACO TODI DI NUOVO IN CAMPO

Lun, 20/09/2010 - 14:44

Condividi su:


“GIALLO” POST MORTEM MARCO DOMINICI  A PERUGIA, SINDACO TODI DI NUOVO IN CAMPO

Non c’è ancora nessuna novità, almeno ufficiale, intorno alla morte del giovane Marco Maria Dominici, il tuderte rinvenuto privo di vita lo scorso 22 luglio. La mamma, la dottoressa Rita Calisti, già alla fine di agosto aveva denunciato il ritardo nelle indagini e quanto meno nelle comunicazioni alla famiglia. A cominciare da che fine abbia fatto l’autovettura del giovane che, secondo il magistrato che detiene il fascicolo (questo almeno stando a quanto riferito dalla mamma del Dominici) alla data dello scorso 10 settembre non era stata ancora ritrovata. Mentre per la Polizia Municipale di Perugia (le indagini sono però affidate alla Questura) l’auto sarebbe stata ritrovata già da settimane in una via di Perugia. Ma alla Calisti non sarebbe ancora arrivata alcuna comunicazione ufficiale. Come pure al magistrato inquirente. Sulla vicenda, in attesa dell’esito dell’esame autoptico disposto dalla procura di Perugia, torna oggi il sindaco di Todi, l’avvocato Antonino Ruggiano, con un comunicato in cui sollecita le Istituzioni coinvolte a non indugiare oltre. Una nota che segue di neanche 3 settimane il primo appello diramato dalla residenza municipale. “Ho ricevuto l’accorata lettera della dottoressa Rita Calisti – scrive il primo cittadino – la quale ha nuovamente sollevato il proprio grido di dolore volto a sensibilizzare le istituzioni, al fine di raggiungere la verità in ordine alla morte del figlio Marco Maria Dominici. La Dottoressa Calisti, già duramente provata dalla scomparsa della sorella (Mara Calisti, n.d.r.), sul cui omicidio non è stata mai fatta luce, è costretta ora ad invocare l'aiuto della giustizia, al fine di conoscere modalità e circostanze della morte del figlio. In questo contesto, nel quale una madre piange il frutto della propria carne, le Istituzioni primo fra tutti, il Comune, hanno l'obbligo morale, civico e giuridico, di stringersi accanto a lei. Per questo motivo, la città di Todi e in prima persona il Sindaco, continuano a sostenere la sua battaglia e la sua sete di verità”. Intanto sulla vicenda si registra il totale silenzio da parte della carta stampata che ha fin qui snobbato anche i comunicati del sindaco di Todi.

Articoli precedenti

MORTE MARCO DOMINICI, POLIZIA MUNICIPALE RISOLVE ‘MISTERO’ SU AUTO, MA IL MAGISTRATO NON E’ STATO INFORMATO

MORTE DOMINICI, SINDACO RUGGIANO AL FIANCO DELLA MAMMA CHE CERCA LA VERITA’

GIOVANE TUDERTE MORTO A PERUGIA, LA MAMMA VUOLE LA VERITA’: “INDAGINI FERME PERCHE’ PM E’ IN FERIE”. INUTILE L’APPELLO ALLA GOVERNATRICE (La lettera)


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!