Forza Italia appoggia Tesei, ma pone le condizioni - Tuttoggi

Forza Italia appoggia Tesei, ma pone le condizioni

Redazione

Forza Italia appoggia Tesei, ma pone le condizioni

I vertici nazionali contro l'asse sovrabista: Roberto Morroni vice presidente
Gio, 05/09/2019 - 19:31

Condividi su:


Forza Italia appoggia Tesei, ma pone le condizioni

Alla vigilia della Festa provinciale della lega di Terni, quella in cui Matteo Salvini (atteso per le 20 di venerdì) dovrebbe ufficializzare la candidatura della senatrice Donatella Tesei a presidente per il centrodestra, Forza Italia batte un colpo, chiedendo che, in caso di vittoria, Roberto Morroni dovrà essere vice presidente.

La comunicazione è giunta al termine della riunione romana del Comitato di coordinamento, costituito dall’on. Antonio Tajani, dalla sen. Annamaria Bernini, dall’on. Maria Stella Gelmini, dall’on. Sestino Giacomoni. Al termine si è svolto un incontro fra i membri del Comitato di coordinamento e gli eletti della Regione Umbria, parlamentari, consiglieri regionali e sindaci, per fare il punto politico e organizzativo in preparazione della campagna elettorale per le elezioni regionali.

Il Coordinamento nazionale, d’intesa con il Coordinamento regionale ha deciso che Forza Italia sosterrà la candidatura alla presidenza della Regione di Donatella Tesei, indicando sin d’ora Roberto Morroni come Vice Presidente. Forza Italia è quindi impegnata con il centro-destra unito per vincere le prime elezioni regionali che si terranno dopo la nascita del governo giallo rosso.

Una mossa che, coerentemente con le dichiarazioni fatte a livello nazionale, punta a ribadire la presenza anche della gamba moderata all’interno del centrodestra, spezzando l’asse sovranista che in Umbria si vuole concretizzare nel ticket Tesei-Squarta.

Forza Italia, dunque, arretra sul nome di Donatella Tesei (la cui candidatura non è stata mai messa in discussione), ma pretende la vice presidenza in caso di vittoria, come riconoscimento proprio della linea più moderata, occidentale ed europeista.

Il nodo Cambiamo!

E questo nel giorno in cui si sono intensificati i contatti tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni per definire gli ultimi dettagli della coalizione in Umbria. Con il nodo da sciogliere che è quello della presenza o meno nella coalizione di Cambiamo!, il movimento costituito dal governatore ligure Giovanni Toti dove sono confluiti diversi ex azzurri. E che in Umbria è capitanato da altri due ex azzurri in cerca di rivalsa, Pietro Laffranco e Aldo Tracchegiani.

Quest’ultimo è intervenuto ancora una volta a punzecchiare Forza Italia: “Decida cosa vuole essere per la coalizione di centrodestra: un alleato per vincere le elezioni regionali, oppure un problema?“. Un’uscita fatta dopo gli attacchi della Polidori e di Berlusconi verso l’alleato del centrodestra Salvini.

Prima il veto su Cambiamo in coalizione per le elezioni regionali – ricorda Tracchegiani – e ora attacchi verso Salvini: a che gioco stiamo giocando? Veramente si vuole vincere la Regione Umbria, oppure no? Veramente si vuole fare un governo con continui attacchi, come è successo a Terni riguardo le cariche assessorili dopo il rimpasto deciso dal Sindaco Latini? E’ normale che per anni si combatta per vincere e poi, una volta che il traguardo è quasi raggiunto, ci si attacchi per un rimpasto di giunta comunale, oppure per qualsiasi altra cosa? Salvini – prosegue il coordinatore regionale di Cambiamo – ha dichiarato che con Forza Italia ha chiuso. Sarà così anche per le regionali in Umbria? Noi di Cambiamo crediamo nell’unità del centrodestra, ma se qualcuno non è d’accordo prenda pure la strada che preferisce. Noi sappiamo qual è il nostro posto“.

Il movimento di Toti vuole esserci e invita al dialogo all’insegna dei programmi condivisi, con lo scopo di vincere le elezioni regionali in Umbria. “A maggior ragione ora che il centrosinistra ha candidato un uomo delle cooperative – osserva il coordinatore – e che a livello nazionale sta per dare inizio a un governo con il Movimento 5 Stelle, la partita per la Regione si gioca sul filo di lana: ogni energia può essere quella decisiva. Personalmente ho sempre dato per scontata la nostra presenza, al pari di quella di tutti gli alleati. Pensiamo a lavorare per i cittadini, e non per le cariche, anche perché la vittoria è tutt’altro che scontata“.

In un quadro così delicato, è quanto mai importante conoscere e riconoscere i propri alleati. “Cosa vuol fare Forza Italia?”, chiede ancora Tracchegiani. “Vuole vincere insieme a tutto il centrodestra o vuole solo creare scompiglio con assurdi veti e altre amenità? Sin dalla sua costituzione, Cambiamo Umbria ha manifestato la volontà di sostenere la candidatura a presidente della Regione Umbria di Donatella Tesei, e invita i cittadini a essere partecipi di questa campagna elettorale segnalando i punti che magari possono sfuggire a un candidato ma non al cittadino. Il quale, ovviamente, dalla politica chiede risposte e non poltrone. Nel nostro programma – conclude il coordinatore regionale – c’è il cittadino al centro: solo così possiamo davvero cambiare, prima il centrodestra e poi l’intera Regione. Siamo pronti a questa sfida”.

Insomma, di certo, per ora, c’è solo che Donatella Tesei sarà candidata presidente per il centrodestra.


Condividi su:


Aggiungi un commento