Nuovi soci per il Lions Club Foligno. Visita del governatore Paggi

Foligno, nuovi soci per il Lions Club

Redazione

Foligno, nuovi soci per il Lions Club

Cerimonia in occasione del 53esimo anniversario della fondazione del club
Dom, 19/01/2020 - 08:07

Condividi su:


Foligno, nuovi soci per il Lions Club

In occasione del 53esimo anno dalla fondazione del Club, il 13 gennaio si è tenuta l’annuale visita del Governatore Dott. Massimo Paggi.

La visita

La visita del Governatore è stata, come sempre, utile e stimolante per l’attività di servizio dei soci del Lions. E’stato un momento di incontro, ma anche di condivisione del programma dell’anno sociale. Il Governatore ha infatti preso atto delle numerose attività, svolte e programmate per l’’anno lionistico 2019/2020, concretamente illustrate dalla Presidente del Club dott. Elisabetta Todeschini, apprezzando l’impegno messo in atto dal club per il raggiungimento degli obiettivi che l’associazione dei lions persegue.

Dopo il saluto alle autorità ed ai presenti intervenuti, da parte del Cerimoniere del Club Lion Prof. Anna Frongia, la parola è passata al Presidente del Leo Club Sofia Simoni e, successivamente alla Presidente del Lions Club Dott.ssa Elisabetta Todeschini, la quale nel ringraziare  tutte le autorità presenti, ha espresso  un particolare  apprezzamento a tutti i membri del Leo Club, per essere riusciti,  attraverso le loro attività, a valorizzare le loro finalità: DARE, STIMOLARE, SVILUPPARE, FORMARSI e FORNIRE  egregiamente condivise anche con i soci Lions . Dopo l’intervento della Presidente Todeschini, ha preso la parola il Presidente della Nona Circoscrizione, Gen.le Antonio Ansalone che ha presentato ed illustrato ai presenti la figura del Governatore Massimo Paggi. 

Quest’ultimo, nel prendere la parola, ha espresso la propria soddisfazione per l’intensa attività svolta e programmata  dal Club di Foligno nel comprensorio di appartenenza operando concretamente nella promozione dei services nelle cinque aree di intervento: Fame, Vista, Cancro Pediatrico, Ambiente e Lotta al Diabete sottolineando, in particolare, il clima di amicizia creato con i club della Circoscrizione e con il Distretto.

Nuovi soci

Come indicato nel sottotitolo tre nuovi soci sono entrati a far parte del Sodalizio e la cerimonia di ingresso dei soci, accompagnati dai rispettivi padrini, è stata, come sempre, egregiamente curata dal socio del Club di Foligno, nonché Cerimoniere Distrettuale, Marco Fantauzzi. Nel sodalizio del Lion Club Foligno sono stati accolti :il Dott. Alberto Avoli ( Procuratore Generale della Corte dei Conti), padrino il socio Notaio Luigi Napolitano e la Dott.ssa Serena Santagata (HR Manager Strutture Sanitarie), padrina la socia  Dott.ssa  Giulia Maria Rita Cirenei; nel Leo Club  è stato chiamato a farne parte Nicola Badiali (Studente Universitario), padrino il socio Leo Alessandro Donati Guerrieri.

Dopo la lettura dei curriculum e della formula di ammissione il Governatore Dott. Massimo Paggi ha provveduto ad appuntare ai nuovi soci Lions e Leo il distintivo dell’Associazione, mentre i Presidenti dei Club Lion e Leo hanno consegnato il “corredo lionistico”. Diverse le Associazioni e le cariche Lionistiche e Leo intervenute.

Le presenze

Come detto in apertura hanno onorato con la loro presenza la conviviale, la Presidente della Regione Umbria Avv. Donatella Tesei che ha ringraziato per l’invito sottolineando, in particolare, le molteplici attività svolte sul territorio dai lions, nonché i Sindaci di Montefalco, Spello e Trevi e il Vice Sindaco di Foligno. Assente il sindaco di Bevagna impegnato in un’attività istituzionale.

Gli attestati

Con l’occasione ad alcuni soci del club sono stati consegnati, sempre dal Governatore, gli attestati di lunga militanza nel sodalizio. Il Governatore ha fatto poi dono ad alcuni officiers del Club di un suo omaggio personale e del suo guidoncino che ha voluto consegnare anche alle diverse autorità presenti. Con il suono della Campana si è conclusa la serata caratterizzata dalle diverse ed interessanti iniziative portate a conclusione.


Condividi su:


Aggiungi un commento