Festival, applausi per il Mozart firmato da Ferrara e coppia Oscar Ferretti-Lo Schiavo

Festival, applausi per il Mozart firmato da Ferrara e coppia Oscar Ferretti-Lo Schiavo

Vip: assente il Governo, ecco chi c’era / La cena di gala di Carla Fendi

share

Il Festival dei 2 Mondi ha aperto il sipario sulle note dell’opera mozartiana “Così fan tutte” che ha riscosso applausi a scena aperta del pubblico accorso alla Prima. Contravvenendo alla buona regola di non interrompere lo spettacolo – che ha creato qualche problema al maestro Conlon nel fermare e riprendere l’esecuzione a più riprese – sono stati diversi gli spettatori che hanno più volte voluto tributare il proprio entusiasmo ai protagonisti di questa Prima che porta la firma dello stesso direttore artistico della kermesse menottiana, Giorgio Ferrara, degli Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo per la scenografia e Daniele Nannuzzi alle luci (David di Donatello e Globo d’Oro per il film El Alamein).  Teatro pressoché gremito, anche se all’inizio del secondo atto si sono notati alcuni posti vuoti, tanto in platea che sui palchi a dimostrazione che l’impostazione ‘geometrica’ non ha convinto tutti.

LA CRITICA ALLO SPETTACOLO

Vip – assente il Governo (si mormora la presenza del ministro Franceschini per il Concerto finale), il presidente della Fondazione Festival e sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli e il direttore artistico Ferrara hanno fatto gli onori di casa a un buon parterre di autorità. Tra queste la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, il neo assessore alla cultura Fernanda Cecchini (in sala anche il suo predecessore, il professor Fabrizio Bracco), il Vice prefetto di Perugia Tiziana Tombesi, l’Ambasciatore del Pakistan in Italia Tehmina Janjua, quello del Libano Karim Khalil, il collega libanese accreditato presso la Santa Sede Charib El Koury, il filosofo francesse Bernard-Henry Lèvy con la moglie, la splendida attrice, cantante e regista Arielle Dombasle, il ballerino Michail Baryshnikov, Giuliano Ferrara con la moglie Anselma Dall’Olio, lo scrittore Sandro Veronesi. Presenti tra gli altri i grandi sponsor del Festival a cominciare dal presidente della Fondazione CaRiSpo Sergio Zinni, Carla Fendi presidente della omonima Fondazione, il presidente della Banca Popolare di Spoleto Stefano Lado, la famiglia Monini al completo. In platea anche l’ex commissario di Bankitalia Gianluca Brancadoro (oggi presidente di banca Tercas e Caripe). Tra le autorità locali la presidente del Tribunale Emilia Bellina, la quasi totalità dei membri della Giunta – tra questi il vicesindaco Bececco e gli assessori Cappelletti, Loretoni, Profili -, il generale Renato Morlino, i vertici di carabinieri e polizia della provincia, la direttrice della Bonifica Umbra Candia Marcucci e gli ex senatori Ada Urbani e Domenico Benedetti Valentini, l’on. Pietro Laffranco.

Cena di gala – come di consueto al termine della Prima, Carla Fendi ha offerto la tradizionale cena di gala servita nella straordinaria cornice di palazzo Collicola. Un evento blindato per 150 invitati che hanno potuto gustare i manicaretti preparati per l’occasione dagli chef del San Lorenzo guidati da Giovanna Tomassoni. I quali per l’occasione hanno preparato, oltre ad una serie infinita di antipasti (dai più tradizionali al carpaccio di salmone marinato al cognc, valeria e agrumi; zuppa di roveja di Cascia con crostini di pane), millefoglie di pasta all’uovo con ragu bianco di faraona, pomodoro confit, salsa di pecorino giovane e crema di piselli; riso mantecato con verdure e zafferano di Cascia; bocconcini di guanciola di manzo brasata al Sagrantino, collo di maialino a bassa temperatura al caramello di spezie, frutta e dolci tipici locali.

© Riproduzione riservata

Foto Tuttoggi.info – Le foto dei primi piani sono di ML Antonelli/AGF©)

share

Commenti

Stampa