Ex Ospedale in Prima Commissione regionale | Barberini "Struttura vale 3.780.000 euro" - Tuttoggi

Ex Ospedale in Prima Commissione regionale | Barberini “Struttura vale 3.780.000 euro”

Redazione

Ex Ospedale in Prima Commissione regionale | Barberini “Struttura vale 3.780.000 euro”

Informativa dell'assessore alla Salute in attesa dell'audizione del 19 ottobre del sindaco Bacchetta | Mancini (LN) "Cosa più giusta è che il Comune tifernate acquisisca edificio da Regione attraverso lascito Mariani"
Mer, 05/10/2016 - 19:00

Condividi su:


Ex Ospedale in Prima Commissione regionale | Barberini “Struttura vale 3.780.000 euro”

Nella riunione odierna della Prima Commissione regionale, presieduta da Andrea Smacchi, è stato affrontato il tema riguardante l’ex ospedale ‘San Florido’ di Città di Castello. E in attesa dell’audizione dell’assessore regionale con delega, Antonio Bartolini, e del sindaco tifernate, Luciano Bacchetta, fissata per mercoledì 19 ottobre, è stato l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini ad offrire un’informativa sull’argomento, basata principalmente su una ricostruzione storica della situazione.

È emerso che il valore attuale della struttura è quantificato (23 novembre 2011) in 3milioni 780mila euro e che la perizia estimativa è stata redatta dall’Agenzia del territorio, Ufficio provinciale di Perugia su incarico, del 5 luglio 2011, ricevuto dall’Agenzia Umbria sanità per il tramite dell’Azienda Usl n. 1. L’assessore Barberini ha spiegato quindi che, in ottemperanza alla legge regionale n. ‘7/2004’ (art. 2, commi 1 e 2) “i proventi derivanti dalla valorizzazione del plesso ospedaliero dismesso ‘San Florido’, saranno messi a disposizione dell’Azienda Asl n. 1 per il potenziamento ed il miglioramento dei servizi sanitari resi sul territorio”.

Da registrare l’intervento del consigliere regionale Valerio Mancini (Lega Nord) che, dopo aver espresso “disappunto per la dinamica relativa alla gestione delle competenze tra i due assessorati regionali del Patrimonio e della Salute”, ha rimarcato che “la cosa più giusta da mettere in atto sarebbe quella che il Comune di Città di Castello, attraverso il lascito delle sorelle Mariani (3milioni e 500mila euro), con destinazione a scopi sanitari, acquisisca la struttura dalla Regione, che a sua volta metterà a disposizione queste ingenti risorse per dotare la Asl 1 e quindi il territorio ed i cittadini di importanti servizi per la salute di cui potranno beneficiarne anche altri territori limitrofi con importanti ricadute economiche in diversi settori”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!