Esercito, l’Umbria celebra il Santo Patrono Giovanni XXIII - Tuttoggi

Esercito, l’Umbria celebra il Santo Patrono Giovanni XXIII

Redazione

Esercito, l’Umbria celebra il Santo Patrono Giovanni XXIII

Dom, 11/10/2020 - 10:47

Condividi su:


Esercito, l’Umbria celebra il Santo Patrono Giovanni XXIII

L’Umbria ha ricordato San Giovanni XXIII, Santo Patrono dell’Esercito Italiano. La liturgia solenne è stata celebrata presso la Cattedrale di San Lorenzo a Perugia.

La messa, alla quale hanno preso parte anche diversi cittadini che hanno così voluto testimoniare l’affetto per il Papa buono e la loro vicinanza ai militari dell’Esercito, è stata concelebrata da Monsignor Marco Salvi, vescovo ausiliare di Perugia e Città della Pieve, e dal cappellano militare padre Nicolas Hedreul.

Monsignor Salvi, nel corso dell’omelia, ha voluto evidenziare quei valori di solidarietà ed impegno istituzionale che contraddistinguono i militari nei confronti della cittadinanza e delle popolazioni, sia in ambito nazionale, sia internazionale.

Una testimonianza, quella dell’Esercito e delle Forze Armate, di compiti e ruoli svolti con abnegazione finanche con il sacrificio della propria vita.

Proseguendo, il vescovo ha tracciato il profilo di Papa Roncalli, ricordando i suoi trascorsi militari e sottolineando il suo spirito di vicinanza dimostrato nei confronti dei militari italiani durante la seconda Guerra Mondiale, in particolare nei loro ultimi istanti di vita per il bene della Patria.

Al termine della cerimonia, il Generale Uberto Incisa di Camerana, Comandante della scuola di lingue estere e più alta autorità militare dell’Esercito presente alla cerimonia, ha voluto ringraziare tutte le autorità intervenute e i cittadini che si sono stretti intorno ai soldati della Forza armata.

L’abbraccio delle istituzioni

A ricevere le tante autorità che sono intervenute alla cerimonia, è stato il Comandante della Regione Umbria Esercito, il colonnello Maurizio Napoletano.

Tra gli intervenuti la Governatrice dell’Umbria Donatella Tesei, il Prefetto di Perugia Armando Gradone, la dottoressa Francesca Morici Avvocato distrettuale dello Stato, il consigliere Gino Emili in rappresentanza del presidente della Provincia di Perugia Bacchetta, l’assessore Leonardo Varasano per il sindaco di Perugia Romizi, il sindaco di Assisi Stefania Proietti, Il Comandante regionale dei carabinieri generale Antonio Bandiera, il Comandante regionale della Guardia di finanza generale Benedetto Lipari, il Questore di Perugia Antonio Sbordone, l’ex Procuratore generale della Corte d’appello Fausto Cardella, l’ingegnere Benedetto Tavoni in rappresentanza del Direttore regionale delle dogane, i vertici di Polizia penitenziaria, Vigili del Fuoco e Polizia locale.

Per la Forza armata erano presenti, oltre al generale Incisa di Camerana, il Comandante del Pmal di Terni generale Vincenzo Sanfilippo insieme al vice Colonnello Felice Contalbo, e alcuni ufficiali del Centro di selezione di Foligno.

Alla cerimonia ha preso parte anche un picchetto dei Granatieri di Sardegna in divisa storica.

© Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!