Emergenza terremoto: cibo e beni di prima necessità, i punti di raccolta in Umbria | L'appello di Avis - Tuttoggi

Emergenza terremoto: cibo e beni di prima necessità, i punti di raccolta in Umbria | L’appello di Avis

Redazione

Emergenza terremoto: cibo e beni di prima necessità, i punti di raccolta in Umbria | L’appello di Avis

Servono acqua potabile, coperte e abiti caldi e cibi in scatole a lunga conservazione |Serve sangue da donatori idonei
mercoledì, 24/08/2016 - 16:29

Condividi su:


Emergenza terremoto: cibo e beni di prima necessità, i punti di raccolta in Umbria | L’appello di Avis

AGGIORNATA ALLE 12:25

Servono acqua potabile, coperte, abiti caldi, ma non solo. In Umbria è iniziata la raccolta di tutte le prime necessita fondamentali per offrire assistenza alle popolazioni colpite dal terribile sisma di martedì notte. Cosa serve?Oltre ad acqua potabile, coperte e abiti caldi, la raccolta è rivolta anche a ciabatte, assorbenti igienici, pannolini, taniche d’acqua per lavarsi, spazzolini da denti, dentifrici, salviette, bicchieri di plastica, giocattoli e abiti per bambini. Cibi in scatole, latte e alimenti per animali. Cibo e abiti ma non solo perchè sono utili anche torce e altri metodi di illuminazione.

(Aggiornamento h 08,19 del 25/08) – A TODI RACCOLTA DI COPERTE NUOVE E BOTTIGLIE D’ACQUA PER L’EMERGENZA SISMA. Per chi volesse contribuire ai primi soccorsi è in corso una raccolta di coperte nuove e di acqua in bottiglie da 0,5 litri, che potranno essere consegnate al Magazzino comunale di Todi, presso la zona industriale di Pian di Porto, Voc. Bodoglie 148/S. Personale della Protezione Civile garantirà l’apertura dalle ore 8 alle ore 20 per le prossime 48 ore.

Perugia. Questa sera, il Sindaco Romizi si recherà di persona a Norcia, insieme ai tecnici, per fare il punto della situazione e offrire le competenze, i mezzi e gli uomini a disposizione. Tutto il materiale sarà raccolto giovedì mattina dalle ore 8 presso la sede di Pian di Massiano, in strada Santa Lucia, 2.  Per eventuali ulteriori informazioni potrà essere contattato il seguente numero telefonico: 0755774489 o inviare una mail a r.chiesa@comune.perugia.it Le associazioni di Pretola organizzano una raccolta di aiuti per le popolazioni colpite dal sisma. Il punto di raccolta è la sede del Pd in via Tagliamento 70 a Pretola con i seguenti orari: giovedi dalle 17 alle 22, venerdì dalle 17 alle 22 e sabato dalle 9 alle 13. Presso la biblioteca La commenda a San Mariano di Corciano, zona Girasole, la raccolta si terra giovedi fino alle 19. L’associazione Il giardino della salute sta organizzando gli aiuti per le famiglie delle zone colpite dal sisma. Per la consegna presentarsi giovedi al giardino della salute in via Ferento Perugia (zona Ponte della Pietra) dalle 15.30 alle 17.30 Per info info@ilgiardinodellasalute.org Infine, al parcheggio delle Poste di San Sisto l’appuntamento è alle 19.

Terni.  Per ricevere informazioni sui punti di raccolta ternani, inviare una mail a sportello.cittadino@comune.terni.it. La Curva Nord organizza una raccolta di beni di prima necessità per la popolazione colpita. Il punto di raccolta si terrà da mercoledì pomeriggio fino a sabato 27 al bar Macedonia dalle 17.30 alle 19.30. Il materiale saràconsegnato al centro di raccolta della Croce rossa di Rieti che si occuperà di distribuirlo nelle zone colpite dal sisma a seconda delle esigenze.

Spoleto. Il punto di raccolta beni per le zone colpite dal terremoto si terrà di mercoledì notte. “Abbiamo preso accordi con la Sede Operativa Confcommercio di Rieti e, dopo l’ok da parte dell’ Associazione Nazionale Carabinieri Spoleto – Nucleo Protezione Civile – e dello stesso Comune Di Spoleto, avvieremo per oggi fino a data da definire un punto di raccolta beni per le zone colpite dal terremoto di questa notte. Certi della vostra solidarietà e collaborazione vi aspettiamo in Loc. Maiano 50/A (vicino Mennoli Auto), luogo del punto di raccolta. Nei commenti del post Facebook troverete una immagine indicativa del punto di raccolta. Per tutte le info contattare il numero 3930120789 (Diego) oppure 3406468980 (Samuele)”.

Inoltre è stato organizzato presso la Libreria Aurora, in Via Anfiteatro 12, un altro punto di raccolta, in collaborazione con FGC, per:

-ACQUA MINERALE IN BOTTIGLIA
-ZUCCHERO
– BISCOTTI , FETTE BISCOTTATE
– PRODOTTI PER L’INFANZIA (Latte in polvere, omogenizzati)
-FRUTTA SCIROPPATA e IN SCATOLA.
-CIBO IN SCATOLA ( tonno, legumi, confetture)
-PASTA , RISO SOTTOVUOTO
-COPERTE
Gli aiuti saranno distribuiti tramite nostri volontari sul campo con SVS (società volontaria di soccorso) o consegnati alla protezione civile.

San Giustino. Anche a San Giustino ci siamo organizzati in collaborazione con le BRIGATE DI SOLIDARIETA’ ATTIVA, in accordo con la PROTEZIONE CIVILE NAZIONALE, per fare una raccolta di viveri e di beni di prima necessità in solidarietà alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto.  La raccolta dei materiali è prevista per venerdì 26 Agosto dalle 10:00 alle 12:00 e il pomeriggio dalle 16 fino alle 20:00 nei locali posti a SAN GIUSTINO in VIA VALDARNO (accanto al ristorante “IL POSTO GIUSTO, sotto al SUPERMERCATO CONAD) (Fuori da questi orari chiamare a 339264356 Andrea 3450462626 Massimiliano).

Trevi. L’appuntamento è dalle 15 alle 18 davanti al Cityper.

Foligno. Da mercoledì sarà attiva la raccolta alle 15 alla Coop di Foligno per la raccolta di beni di prima necessità che saranno consegnati in serata al centro di raccolta delle Brigate di solidarietà attiva a Colli del Tronto (Ap). Per chi volesse dare una mano contattare 320 4317327.

Donazioni di sangue. “Le donazioni di sangue in Umbria nel periodo gennaio-luglio 2016 hanno subito un calo di circa il 4 per cento, la raccolta di agosto registra un ulteriore calo e l’intero sistema immunotrasfusionale regionale manifesta una notevole riduzione delle scorte”. È quanto fanno sapere il Centro sangue e l’Avis regionale dell’Umbria. “L’evento sismico odierno  potrebbe richiedere che le strutture trasfusionali della regione debbano concorrere a soddisfare le esigenze degli ospedali interessati esaurendo così le già ridotte disponibilità. Rivolgiamo, quindi, un appello alla popolazione perché chi fosse nelle condizioni di salute idonee effettui una donazione di sangue nelle strutture trasfusionali di Perugia, Terni, Città di Castello e Foligno-Spoleto oltre che nei punti di raccolta fissi presenti sul territorio umbro. Rivolgiamo un particolare invito ai giovani perché diventino donatori periodici ricordando loro che le necessità sono quotidiane e non solo nelle ‘emergenze’. Un ulteriore appello anche ai già donatori periodici e associati perché incrementino le donazioni effettuandone in misura tale da garantire un afflusso costante nell’intero anno». Chi è stato in vacanza o ha soggiornato per almeno una notte in una delle province indicate di seguito deve far passare 28 giorni (causa potenziale contrazione di virus ormai endemici in quelle zone) prima di poter fare la donazione di sangue: Bologna, Cagliari, Carbonia-Iglesias, Cremona, Ferrara, Forlì-Cesena, Lodi, Mantova, Modena, Ogliastra, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Ravenna, Reggio-Emila, Roma, Rovigo, Verona. Per ogni informazione ci si può rivolgere alle sedi dei servizi nelle Aziende ospedaliere o sanitarie locali o dell’Avis presenti in Umbria e rilevabili dai siti internetwww.avisumbria.it,www.ospedale.perugia.it/strutture/servizio-immunotrasfusionale,www.uslumbria1.gov.it/servizi/medicina-trasfusionale-aziendale,www.uslumbria2.it/servizi/immunoematologia-trasfusionale-foligno-spoleto,www.aospterni.it/struttura_aosp.asp?id=86&cod=185. Confidiamo nella sensibilità, nel senso civico e di solidarietà perché le strutture sanitarie ospedaliere abbiano costanti e sufficienti disponibilità di sangue e dei suoi componenti e derivati”.

Aggiornamenti in corso durante la giornata

 


Condividi su:


Aggiungi un commento