E' subito boom di visitatori per il Carnevale di Sant'Eraclio: i sei carri allegorici hanno conquistato grandi e piccini - Tuttoggi

E' subito boom di visitatori per il Carnevale di Sant'Eraclio: i sei carri allegorici hanno conquistato grandi e piccini

Redazione

E' subito boom di visitatori per il Carnevale di Sant'Eraclio: i sei carri allegorici hanno conquistato grandi e piccini

Lun, 28/01/2013 - 15:24

Condividi su:


Una grande festa di popolo: un intero paese coinvolto all’insegna del volontariato. Il “Carnevale dei ragazzi” di Sant'Eraclio è ormai una kermesse rinomata in tutta l'Umbria e quest’anno ha rispettato in pieno le aspettative. Hanno riscosso un clamoros successo, le sei mastodontiche creazioni allegoriche di cartapesta, destando curiosità ed ilarità tra il pubblico. Presente alla 52° edizione, anche il sindaco Nando Mismetti. Beffardi e satirici, i tre carri dedicati all’attualità e alla grave depressione economica: “Finchè la vacca va” col sobrio professore bocconiano in stile western, capace di domare una vacca selvaggia con le sembianze della Cancelliera tedesca Angela Merkel. E poi l’antico romano che si abbuffa ne “La caduta dell’impero”, simbolo di una classe politica corrotta che si è manifestata nell’amministrare le regioni. La proverbiale lentezza della lumaca, sintetizzava la grave crisi finanziaria dell’Italia e le difficoltà di rilanciare sviluppo e occupazione, causa spread, tasse, vitalizi, finanziamenti ai partiti e debito pubblico, questo quando espresso nel carro “L’economia a passo di lumaca”. E poi le mirabolanti avventure di tre gattini delinquenti che affiancano il “Gatto degli Stivali” nel prequel del film “The three diablos”. Ne “La Prova del cuoco” la Clerici e la Moroni si destreggiano tra le pentole e i fornelli. Immancabili le variopinte e sgargianti maschere che hanno animato la sfilata. Particolarmente apprezzata, la performance artistica di Augusto Bartolini e Gianluca Salvini, sul palco di piazza Fratti. Ad animare la serata, anche mangiafuoco, trampolieri e i giocolieri dell’Academy Circus. Nel Castello dei Trinci la compagnia teatrale “Il Giardino delle Utopie” ha rappresentato lo spettacolo itinerante “Il Libro della Giungla” di Rudyard Kipling scrittore inglese. E sino al 12 febbraio – dalle 19.30 fino alle 24 – appuntamento con l’Osteria, per degustare le specialità culinarie della tradizionale cucina umbra.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!