DOC TREBBIANO, INTERPELLANZA DI SERGIO GRIFONI (PS), SULL'ATTIVITA' DEL SINDACO AL VINITALY - Tuttoggi

DOC TREBBIANO, INTERPELLANZA DI SERGIO GRIFONI (PS), SULL'ATTIVITA' DEL SINDACO AL VINITALY

Redazione

DOC TREBBIANO, INTERPELLANZA DI SERGIO GRIFONI (PS), SULL'ATTIVITA' DEL SINDACO AL VINITALY

Mar, 12/04/2011 - 15:46

Condividi su:


di Sergio Grifoni (*)

Signor Sindaco, dalla stampa locale ho appreso della Sua visita in quel di Verona, per partecipare alla prestigiosa rassegna vitivinicola, con il precipuo scopo di sostenere l’assegnazione definitiva della DOC al nostro trebbiano spoletino, a seguito del ricorso da parte del sindaco di Montefalco.
Non so quali forme di intervento sono state usate in tale frangente, visto che al sottoscritto non risulta alcuna iniziativa specifica adottata in tale sede per arrivare al risultato preannunciato, a differenza di altri territori della nostra Regione che hanno conquistato una lusinghiera visibilità.
Se la Sua visita a Verona è servita per affrontare la problematica con l’Assessore Regionale dell’Umbria (sempre secondo notizie di stampa), forse sarebbe bastato andare a Perugia.
Non ritiene invece che, per difendere una peculiarità eccellente del nostro territorio, come lo è il trebbiano spoletino, nonché tutti i piccoli e grandi imprenditori che gravitano nel settore, occorra attivare iniziative mirate al coinvolgimento generale di tutti gli attori all’uopo delegati?
Non ritiene che per difendere questo progetto, soprattutto in vista dell’imminente discussione del ricorso, sia opportuno chiamare intorno ad un tavolo i nostri Parlamentari, la Regione, la Provincia, le Associazioni di categoria, gli imprenditori e quant’altro?
Questo è un progetto che viene da lontano e che ha richiesto anni di impegno, di studio, di lavoro.
Non possiamo farlo naufragare basandoci solo su plateali proteste e manifestati malumori, magari per poi dire di aver fatto tutto il possibile.
Dobbiamo assolutamente arrivare all’obiettivo!
Il Sindaco di Montefalco, anche se con azione discutibile, ha comunque svolto il suo ruolo di salvaguardia degli interessi della propria comunità.
E questa azione “contro”, arriva nel momento in cui, come spoletini, stiamo ancora cercando di digerire lo “schiaffo” che i comuni della cosiddetta Area Vasta ci hanno inferto nella mancata nomina di un nostro presidente alla guida della VUS.
Lei ed i partiti che la sostengono, con lo slogan “meglio esserci che non esserci”, vi riempite la bocca nel sostenere l’opportunità di essere parte integrante di questa Area.
Allora mi chiedo e le chiedo: per questa vicenda del trebbiano, come si è manifestata la solidarietà ed il sostegno degli altri comuni dell’ Area Vasta nei confronti di Spoleto?
Quali manifestazioni concrete di contributo ci sono pervenute.
Se non vi è stato alcun sostegno, non ritiene che sia il caso di uscirne e trovare altre soluzioni di sinergie territoriali?
A queste mie perplessità, riflessioni e domande, gradirei una risposta in seno al Consiglio Comunale.

(*) Capogruppo Prima Spoleto

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!